Valentino Rossi-Aprilia, questo matrimonio s’ha da fare. Ecco perché

L’ipotesi di vedere Valentino Rossi legato alla Aprilia a partire dalla prossima stagione sembra sempre più concreta

Il presente e il passato di Valentino Rossi: a sinistra la sua Yamaha del team Petronas, a destra la Aprilia in classe 250
Il presente e il passato di Valentino Rossi: a sinistra la sua Yamaha in MotoGP, a destra la Aprilia in classe 250 (Foto Petronas – Mike Cooper/Allsport/Getty Images)

No, non è soltanto una boutade. Un’indiscrezione incontrollata che circola nel paddock. Piuttosto, è un retroscena che poggia su fondamenta che appaiono solide. Forse addirittura su una trattativa già in corso.

Valentino Rossi potrebbe davvero sciogliere la sua lunga collaborazione con la Yamaha, alla fine di questa stagione. Per riannodare i fili di un matrimonio che risale ancor più lontano nel tempo: quello con la Aprilia. Ovvero, la Casa con la quale debuttò nel Motomondiale e vinse i suoi primi titoli iridati, in classe 125 e 250.

Le opzioni per il team VR46

Non è un mistero per nessuno, infatti, che il Dottore si stia avviando alla fine della sua carriera da pilota e che si stia costruendo un nuovo percorso, stavolta da team manager della sua squadra VR46 in MotoGP. Per questo motivo sta trattando con molti marchi, per assicurarsi le moto clienti da schierare nel suo team, che diventerebbe dunque satellite.

La strada della Yamaha è sbarrata, perché l’intenzione di Iwata è quella di rinnovare la partnership con la Petronas, che tanto bene ha funzionato nella passata stagione (ironia della sorte, proprio il team per cui Vale corre al momento). Il fenomeno di Tavullia potrebbe anche rilevare la struttura della Avintia, con la quale collabora già quest’anno per schierare il fratellino Luca Marini, e dunque restare legato alla Ducati.

Sul tavolo l’ipotesi Aprilia

Ma c’è un altro scenario che si sta facendo strada in questi giorni: quello della Aprilia, a caccia appunto di una squadra satellite. “A Noale stanno pensando di raddoppiare sin da subito gli sforzi e, oltre a dare vita al team ufficiale, crearne anche uno satellite”, ha rivelato il sempre ben informato Carlo Pernat al sito Mowmag.

“Magari proprio con Valentino Rossi“, prosegue Carletto. “Sul piatto, per Aprilia, ci sarebbe la possibilità di sfruttare il marchio VR46, che in termini di marketing significa poter spostare le montagne, ma anche la possibilità di contare su Luca Marini e magari Marco Bezzecchi“. E questa ipotesi si è assicurata anche la benedizione di Loris Capirossi, presente questa domenica a Misano proprio all’evento Aprilia All Stars: “Sarebbe fantastico se Valentino Rossi tornasse dove è partita la sua storia”, ha dichiarato.

Valentino Rossi potrebbe rimanere pilota

La questione sponsorizzazioni, nonostante il progressivo allontanamento del marchio Sky, sarebbe risolta: c’è infatti l’accordo con l’Arabia Saudita per promuovere il progetto Saudi Vision 2020. Bisogna solo trovare la firma con il brand di Noale per varare definitivamente il progetto.

A quel punto Vale potrebbe creare il suo team VR46 in MotoGP, con le moto della Aprilia. E potrebbe scegliere se correre proprio con i suoi stessi colori per un’ultima stagione da pilota, oppure se lasciare spazio ai suoi allievi: Luca Marini, Marco Bezzecchi promosso dalla Moto2, o magari lo stesso Franco Morbidelli che è sempre più in rotta con la Yamaha, che non gli dà una moto ufficiale…

LEGGI ANCHE —> Valentino Rossi e Franco Morbidelli stanno per lasciare la Yamaha?

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto Dorna)