Morbidelli e quei problemi inspiegabili: “Speriamo di migliorare”

Dopo le brutte prestazioni rimediate in Qatar Franco Morbidelli vuole ripartire per provare a riagguantare il treno che porta al titolo.

Franco Morbidelli (Getty Images)
Franco Morbidelli (Getty Images)

Durante il 2020 Franco Morbidelli era stato uno dei piloti migliori dimostrandosi spesso all’altezza dei migliori e laureandosi a fine anno vice-campione del mondo. Il rider della Yamaha in questa stagione sembrava avere tutte le carte in regola per fare un campionato importante, ma sinora sono arrivate solo delusioni.

Nelle prime due gare Morbidelli ha raccolto solo 4 punti. Inspiegabili davvero i problemi patiti dal pilota italo-brasiliano. In particolare nella prima gara dove ha lamentato un calo di potenza al motore. Certo storicamente in Qatar Franco non ha mai fatto grandissime prestazioni, quindi si spera che dal Portogallo le cose possano cambiare.

Morbidelli punta al riscatto a Portimao

In vista della prossima gara il rider del Team Petronas ha così affermato: “Dopo essere salito sul podio in Portogallo l’anno scorso, spero che possiamo riguadagnare il nostro buon ritmo ed essere in lizza per un buon risultato anche questo weekend. Ogni gara è diversa, quindi dovremo aspettare e vedere come saremo una volta in pista”.

Infine Morbidelli ha così concluso: “Abbiamo i dati dell’anno scorso e sappiamo di essere stati veloci, quindi almeno avremo qualcosa da usare come confronto. Stiamo migliorando ogni gara e abbiamo cercato di capire cosa è successo nella messa a punto della moto durante i giorni in Qatar. Speriamo di aver trovato dei miglioramenti e di poter continuare in una direzione positiva questo weekend”.

Per onestà di cronaca bisogna però sottolineare che attualmente Franco è quello che ha la moto peggiore dei 4 Yamaha. Il rider italo-brasiliano, infatti, guida una moto meno aggiornata rispetto a quelle guidate dai compagni di marca.

Antonio Russo