MotoGP, GP Qatar: Vinales di un altro pianeta, podio clamoroso di Bagnaia

Prima gara di MotoGP a dir poco spettacolare, con tanti piloti competitivi a giocarsi qualcosa di importante. Sarà un Mondiale eccezionale.

Maverick Vinales (Getty Images)
Yamaha MotoGP – Maverick Vinales (Getty Images)

Grande attesa per la prima gara della stagione in MotoGP. Parte subito alla grande Bagnaia seguito da Miller autore di uno scatto pazzesco. Subito caduta di Petrucci dopo pochi metri. Pazzesco anche lo spunto di Aleix Espargaro che si piazza in 5a piazza. Dominio Ducati con Zarco e Martin che seguono le due Rosse ufficiali. Pessimo primo giro per Morbidelli che chiude la prima tornata nelle retrovie.

Primi giri molto complicati per le Yamaha che si sono ritrovate tutte superate dalle Ducati. Davanti Bagnaia prova a dettare il passo nelle prime tornate, ma non scappa. Al 3° giro difficoltà per Valentino Rossi che viene superato in rapida successione dalle due Suzuki e si ritrova 9°.

Gara di gruppo in MotoGP

Come spesso abbiamo visto anche nel 2020, alcuni piloti sembrano crescere con il passare dei giri. Dopo 5 giri circa le due Yamaha ufficiali rompono gli indugi e cominciano a battagliare con Miller. Caduta per Nakagami al 6° giro. Davanti è lotta di nervi BagnaiaZarco, mentre alle loro spalle si sfidano Quartararo e Vinales.

Verso metà gara crollo di Valentino Rossi che si ritrova 16°. Problemi anche per Quartararo, che dopo essere stato superato dal compagno di squadra si fa sverniciare anche nuovamente da Miller e si ritrova tallonato da Rins. In testa Vinales è in palla e dopo aver superato Zarco si mette a caccia di Bagnaia.

I primi due girano praticamente in fotocopia, con Vinales che resta attaccato alla Ducati ad ogni curva. A 9 giri dal termine caduta nelle retrovie per Alex Marquez, con una Honda opaca quest’oggi.

Finale da infarto per le Ducati e Mir

A 8 giri dal termine Vinales rompe gli indugi e supera Bagnaia. Alle loro spalle però sono tutti compatti. Gara di MotoGP bellissima con almeno 5-6 piloti a potersi giocare la vittoria. Finale in crescendo per le due Suzuki, con Mir e Rins che provano a giocarsi il podio.

Problemi negli ultimi giri per Bagnaia, che probabilmente con una gomma stressata dal duello con Vinales, si fa prima passare da Zarco e poi si ritrova tallonato anche da Rins. A 3 giri dal termine Mir spinge e si libera prima del compagno di squadra e poi anche di Pecco prendendosi il podio virtuale.

Davanti Vinales fa un altro mestiere e vince la prima gara stagionale. Alle sue spalle Mir ci prova sino all’ultimo respiro e riesce per un attimo ad essere secondo, ma proprio sul rettilineo viene sopravanzato sia da Zarco che da Bagnaia che chiudono a podio. Solo 12° Valentino Rossi.

CLASSIFICA FINALE GP QATAR MOTOGP

POS # RIDER GAP
1
12
M. VIÑALES
42:28.663
2
5
J. ZARCO
+1.092
3
63
F. BAGNAIA
+1.129
4
36
J. MIR
+1.222
5
20
F. QUARTARARO
+3.030
6
42
A. RINS
+3.357
7
41
A. ESPARGARO
+5.934
8
44
P. ESPARGARO
+5.990
9
43
J. MILLER
+7.058
10
23
E. BASTIANINI
+9.288

 

Antonio Russo