Alberto Puig: “Espargarò ha fornito informazioni importanti”

Alberto Puig soddisfatto della prima uscita di Pol espargarò in gara con la Honda. Lodevole anche il 12° posto di Stefan Bradl.

Alberto Puig (getty Images)

Alberto Puig è soddisfatto a metà dopo il primo round MotoGP a Losail. Pol Espargarò ha concluso in ottava piazza, Stefan Bradl in undicesima, mentre i due piloti della LCR, Taka Nakagami e Alex Marquez, sono caduti prima del traguardo. In attesa del ritorno di Marc Marquez, il team manager HRC si gode i passi in avanti del neo arrivato. “Il nostro obiettivo principale era finire la gara. È stato complicato perché le temperature sono scese improvvisamente poco prima, poi si è aggiunto il forte vento. Questo è un fenomeno usuale quando guidi in Qatar di notte, le condizioni possono cambiare molto rapidamente”.

Pol Espargarò ha perso posizioni nei primissimi giri, poi ha proseguito con un buon ritmo. Esperienza che sarà molto utile in vista del prossimo Gran Premio in programma da venerdì. Ha potuto capire cosa significhi il degrado delle gomme e correre a serbatoio pieno. “Ha fatto un grande passo in gara”, ha continuato il 54enne manager catalano. “Ha lottato per tornare indietro e ha chiuso a soli sei secondi dal vincitore, anche se al primo giro c’è stato un incidente con Mir dove era tre secondi dietro. Se sottrai i secondi, è ancora più positivo, siamo molto soddisfatti della sua prestazione. È stato in grado di capire la moto durante la gara e poi ci ha fornito informazioni importanti”.

Oltre alla buona prestazione di Pol, vanno le meritate lodi anche al pilota e collaudatore Stefan Bradl che ha guadagnato i suoi primi punti iridati del 2021. “Anche Stefan Bradl ha fatto una buona gara, ha avuto un piccolo problema con la gomma anteriore, ma è riuscito a gestirlo e ha concluso la gara. Ha guidato con la testa e ha raccolto punti e dati importanti per noi – ha concluso Alberto Puig -. Non è stato un weekend facile e stiamo andando verso il prossimo weekend di gara con maggiori aspettative”.

Alberto Puig (getty images)