Verstappen tira il freno a mano: “Stupido pensare che Red Bull sia favorita”

Nonostante i problemi incontrati dalla Mercedes, Max Verstappen non pensa che la sua Red Bull sia favorita dopo i test F1 in Bahrain

Max Verstappen
Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images/Red Bull)

Non fatevi fregare dai risultati dei test pre-campionato. La favorita per il prossimo Mondiale di Formula 1 che si appresta a prendere il via non è la Red Bull, che pure ha dominato le prove invernali, bensì la solita Mercedes.

Questo è quanto afferma Max Verstappen, autore del miglior tempo nell’ultima giornata di collaudi. “Di sicuro il test è stato un inizio positivo per noi e si può sempre essere contenti quando si mette insieme quel numero di giri e si comprende bene la vettura, ma questo non ci dice niente a proposito della prestazione pura”, ha frenato l’olandese in un’intervista pubblicata dalla Red Bull.

Verstappen non è persuaso dai problemi Mercedes

Nonostante la stessa Freccia nera abbia incontrato diversi problemi, sia a livello di velocità che di affidabilità, e abbia dichiarato apertamente di essere attualmente più lenta dei Bibitari, secondo Max si tratta solo di pretattica.

“So che i tifosi sono emozionati e pensano che queste siano solo parole, ma la Mercedes rimane la favorita”, prosegue il figlio d’arte. “Come potrebbe essere altrimenti, visto che hanno vinto sette campionati del mondo consecutivi? Sono sicuro che anche loro vorrebbero che la gente pensasse che noi siamo i favoriti, per metterci pressione addosso. Ma noi siamo concentrati solo su noi stessi”.

La Red Bull pensa al suo lavoro

Verstappen, dunque, non fa proclami in vista del Gran Premio inaugurale della stagione: “Potete stare certi che tutto il nostro team e la Honda stanno spingendo per battere loro e tutte le altre squadre che potrebbero andar forte quest’anno. Vedo ogni stagione come una nuova opportunità di batterli, ma sarebbe stupido aspettarsi che quella battaglia sia facile e pensare che siamo davanti solo guardando i test”.

Per comprendere la vera gerarchia dei valori in campo bisognerà attendere le prime qualifiche in Bahrain: “Non vedo l’ora che spingiamo tutti in Q3”, afferma il pilota delle Lattine, “a quel punto vedremo tutti alla massima potenza e capiremo le prestazioni. Ora dobbiamo ottenere risultati per cercare di montare una battaglia per il titolo”.

LEGGI ANCHE —> Red Bull punzecchia Mercedes: “Avvio scadente in base ai loro standard”

Max Verstappen
Max Verstappen (Foto Mark Thompson/Getty Images/Red Bull)