Superbike, test a Jerez annullato: i team rinviano il lavoro

Le squadre del Mondiale Superbike presenti a Jerez non hanno potuto svolgere i due giorni di test previsti. Il maltempo ha rovinato tutto.

Jonathan Rea Alex Lowes Superbike
Jonathan Rea e Alex Lowes (foto Kawasaki Racing Team)

Neanche il secondo giorno di test è stato quello buono per vedere in azione i piloti Superbike a Jerez. A causa delle pessime condizioni della pista, è stato tutto impossibile lavorare.

Già ieri la pioggia aveva impedito di girare, oggi nuovamente il circuito Angel Nieto era bagnato e ha ostacolato il programma previsto dai team presenti. Hanno girato solamente Leonardo Taccini del Mondiale Supersport, oltre a Stefan Bradl (Honda MotoGP), Johann Zarco (Ducati MotoGP) e Michele Pirro (Ducati MotoGP). I due ducatisti hanno usato la Panigale V4.

Test annullato per le squadre SBK che speravano di sfruttare le due giornate di Jerez per svolgere dell’importante lavoro in vista dell’inizio del campionato. Essendoci dieci giorni di test privati previsti, oltre a quelli ufficiali, nessuno ha voluto uscire in pista sprecando tempo.

Il team ufficiale Honda tornerà sul tracciato spagnolo il 27 e 28 gennaio con Alvaro Bautista e Leon Haslam per portare avanti il lavoro di sviluppo della CBR1000RR-R Fireblade. Il 28 ci sarà anche la squadra ufficiale Kawasaki con il campione in carica Jonathan Rea e il compagno Alex Lowes.

Ducati, invece, deve ancora decidere quando sfruttare i giorni di test non svolti a Jerez. Oltre ai piloti ufficiali Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi, avrebbero dovuto girare anche Chaz Davies (Go Eleven) e Tito Rabat (Barni). Niente lavoro in pista neppure per Loris Cresson (Kawasaki Pedercini) e Isaac Vinales (Kawasaki Orelac VerdNatura).