Hamilton-Mercedes: c’è un motivo se la firma ancora non arriva

Lewis Hamilton ad oggi è ancora senza contratto. A quanto pare non gli andrebbe giù una proposta della Mercedes.

Lewis Hamilton scende dalla sua Mercedes (Getty Image)
Lewis Hamilton scende dalla sua Mercedes (Getty Image)

Lewis Hamilton ad oggi non ha ancora firmato il rinnovo con la Mercedes ed è senza contratto. Una contraddizione davvero incredibile per il pilota che ha vinto più di tutti nella storia della F1. Intanto però i giorni passano e l’annuncio da parte della squadra di Stoccarda non arriva.

Nei mesi scorsi si era spesso parlato di un problema di natura economica, con Hamilton restio a fare passi indietro sulle proprie richieste e la Mercedes che invece avrebbe gradito ridurre le proprie spese per gli stipendi dei driver vista la crisi economica dovuta alla pandemia.

Braccio di ferro tra Hamilton e la Mercedes

Secondo quanto riportato dal quotidiano olandese “De Telegraaf”, invece, dietro ai tentennamenti di Hamilton ci sarebbe un problema legato alla durata del contratto che gli avrebbe sinora somministrato la Mercedes. La casa tedesca, infatti, gli offrirebbe un anno, mentre lui vorrebbe un accordo pluriennale.

Da quanto trapela dalle stanze di Stoccarda Hamilton vorrebbe almeno 3-4 anni di contratto, un bel po’ se si pensa che il britannico ha già sulle spalle 36 primavere. La Mercedes da par suo avrebbe già individuato in George Russell il possibile erede dell’inglese e starebbe sfruttando le prestazioni del giovane driver della Williams per fare pressione su Lewis.

Il ragionamento della Mercedes è legato al fatto che dal 2022 cambieranno i regolamenti e potrebbero quindi cambiare anche i rapporti di forza all’interno della F1, proprio per questo quindi i tedeschi non vorrebbero vincolarsi per così tante stagioni ad un pilota che non è giovane e ha anche delle pretese economiche decisamente elevate. La partita a scacchi va avanti, ma le parti dovranno presto giungere ad un accordo visto l’imminente inizio del campionato. Una cosa è certa: grazie a Russell la casa tedesca ha decisamente il coltello dalla parte del manico. Lewis, invece, da parte sua, senza un accordo si ritroverebbe clamorosamente a piedi per il 2021.

Antonio Russo

Lewis Hamilton alla guida della sua Mercedes (Getty Images)
Lewis Hamilton alla guida della sua Mercedes (Getty Images)