Valentino Rossi non vuole fermarsi: “L’età è solo un fattore”

Secondo Valentino Rossi l’età non è un fattore determinante nella carriera di un pilota e proprio per questo a 42 anni, nel 2021, correrà.

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi in conferenza stampa (Getty Images)

Valentino Rossi nella prossima stagione correrà ancora in MotoGP alla veneranda età di 42 anni. Il rider di Tavullia si ritroverà ad affrontare piloti che potrebbero essere suoi figli, mentre sia la sua generazione che quella dopo è già andata in pensione.

Come riportato da “corsedimoto”, infatti, il pilota italiano ha così commentato la situazione: “Sono più vecchio di Dovi, Pedrosa e Lorenzo. Loro facevano parte della generazione dopo la mia. Ognuno però ha la propria storia, le proprie motivazioni e passione. L’età è solo uno dei fattori”.

Valentino Rossi: “Sono contento di poter correre”

Il Dottore ha anche parlato del nuovo arrivato in casa Yamaha Crutchlow, che dal 2021 ricoprirà il ruolo di collaudatore: “Ho tanti ricordi con Cal. Abbiamo combattuto insieme in tante gare. Ricordo ancora il suo primo successo a Brno nel 2016 quando vinse sotto la pioggia e io arrivai alle sue spalle”.

Infine Valentino Rossi ha così concluso: “Sono contento di poter correre anche il prossimo anno e spero di poter essere competitivo. Naturalmente è sempre più complicato perché i giovani piloti stanno diventando sempre più veloci. Questa è una grande sfida, ma ci proverò”. Il pilota di Tavullia, nella prossima annata con il Team Petronas vuole provare a ritornare in lotta per il podio, regalandosi magari quella vittoria che manca ormai da Assen 2017.

Giunto a 42 anni, anche il #46 è ben consapevole di non potersi aspettare da sé stesso una stagione con 9-10 successi come accadeva un tempo, ma per lui sarebbe già una grande soddisfazione chiudere il campionato costantemente in top-5.

Antonio Russo

Le moto di Valentino Rossi (Getty Images)
Le moto di Valentino Rossi (Getty Images)