Leclerc: “Con l’addio di Vettel si chiude un’epoca, facciamo una bella gara”

Charles Leclerc onora Sebastian Vettel nella sua ultima gara in Ferrari e punta a chiudere degnamente il 2020.

Charles Leclerc (Getty Images)
Charles Leclerc (Getty Images)

Charles Leclerc si appresta a vivere l’ultima gara della stagione con la Ferrari. Il monegasco dopo un’annata complicata vuole provare a chiudere degnamente questo 2020. Il giovane driver del Cavallino vuole raccogliere punti iridati per provare quantomeno a finire questo campionato davanti a quello che sarà il suo nuovo compagno di team: Sainz.

Abu Dhabi però è una pista che da sempre non ha sorriso alla Ferrari e lo stesso Leclerc in merito a ciò ha così dichiarato in vista del prossimo weekend: “Siamo arrivati all’ultima gara di una stagione piuttosto difficile. La pista di Abu Dhabi propone un primo settore interessante, mentre la parte centrale e l’ultima sono un po’ meno divertenti. Questo tracciato non è mai stato troppo amico della Ferrari anche se l’anno scorso sono riuscito a salire sul podio”.

Leclerc sa che sarà difficile fare una buona prestazione

Il monegasco però durante il prossimo GP sarà penalizzato in griglia a causa del botto di domenica scorsa che lo ha visto coinvolto con Perez e Verstappen: “In questa occasione ottenere un buon risultato sarà una sfida particolarmente impegnativa perché dovrò scontare tre posizioni di penalità in griglia per l’incidente al primo giro nel Gran Premio di Sakhir. Dal canto mio però tengo molto a finire la stagione con una prestazione convincente quindi cercherò di preparare l’appuntamento nel migliore dei modi, studiando con gli ingegneri tutte le strategie a nostra disposizione”.

Infine Leclerc ha dedicato un pensiero a Vettel, che domenica correrà la sua ultima gara in Ferrari: “È anche l’ultimo Gran Premio di Seb con la squadra e quindi è un po’ la fine di un’epoca. Sarebbe bello che entrambi potessimo disputare una bella gara per celebrare questo momento speciale. È stato un pilota molto importante nella storia della Ferrari, si merita una conclusione all’altezza della sua carriera nel team”.

Antonio Russo

La Ferrari di Charles Leclerc (Getty Images)
La Ferrari di Charles Leclerc (Getty Images)