F1 Sakhir, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

Si è conclusa la prima giornata d’azione a Sakhir. Ferrari in alto mare. Ottimo inizio per Russell con la Mercedes.

George Russell (©Mercedes Twitter)

Dopo il bel exploit di George Russell nell’FP1, si parte per la seconda sessione di prove sul tracciato mini del Bahrain.

A differenza del pomeriggio in cui la gomma preferita è stata la soft, questa sera i piloti stanno girando perlopiù con medie e dure.

55″043 per Verstappen. Alle sue spalle la Renault di Esteban Ocono e la Red Bull di Alex Albon.

Probabili noie al cambio per Charles Leclerc.

I cordoli di Sakhir fanno danni. Parti del fondo della McLaren di Norris volano per la pista.

Vettel tocca la linea bianca e perde il controllo della sua Ferrari finendo in testacoda. Brivido per Kevin Magnussen che si è visto la scena a distanza ravvicinata.

Quando ci si avvicina a metà sessione Sergio Perez porta la sua Racing Point al comando con 54″866.
Vettel si lamenta via radio perché continua a perdere il posteriore.
54″506 per Valtteri Bottas, ma il compagno George Russell incombe. E infatti l’inglese supera il finnico con un 54″713, ma solo perché al #77 è stato cancellato il tempo.
Qualche preoccupazione tecnica per la McLaren di Lando Norris a 34′ dalla fine.
A mezz’ora da fine si continua a lavorare sulla SF1000 di Leclerc.
A 15′ dalla conclusione Russell precede Verstappen e Perez. Vettel soltanto 14esimo e in continuazione in errore. Leclerc fermo al box con soli due giri completati. Male Bottas soltanto 11esimo e in difficoltà a rispettare i limiti della pista. Subito alle sue spalle la coppia Alfa Romeo formata da Raikkonen e Giovinazzi.

Bandiera a scacchi! George Russell su Mercedes termina davanti alla Red Bull di Max Verstappen e alla Racing Point di Sergio Perez. Nessun riscontro cronometrico per Leclerc. Sedicesimo Vettel.

Max Verstappen (©F1 Twitter)