È ufficiale: il cognome Schumacher torna in F1 ed è subito emozione

Web impazzito alla notizia della promozione di Schumacher in F1. Il figlio di Michael al via del mondiale nel 2021.

Mick Schumacher (©Getty Images)

Giornate dense di notizie per il Circus.  Dopo la positività al Covid di Hamilton e l’ingaggio da parte della Haas di russo Nikita Mazepin, questo martedì mattina ci siamo svegliati con un’altra novità, ovvero il ritorno di uno Schumacher in F1. Era dal 2012 che quel cognome mancava dalla griglia di partenza, ma dal prossimo anno lo potremo sentir pronunciare senza sosta.

Senza alcuna sorpresa visto che se ne parlava già da un po’ Mick andrà a completare la formazione dell’equipe americana, che dunque nel 2021 sarà completamente in mano a due debuttanti. Una scelta rischiosa e coraggiosa da parte di Gene Haas e Gunther Steiner, specialmente in ottica 2022 quando la massima serie verrà profondamente cambiata dalla rivoluzione tecnica.

Inutile dire che nostalgici e non hanno intasato internet con messaggi euforici per questo passaggio fortemente voluto e spinto dalla Ferrari che, sin dall’inizio di questa pazza stagione 2020 ha lavorato perché si concretizzasse un ingresso che farà bene allo sport e alle sue casse, oltre a quella dell’equipe a stelle e strisce, come noto non in condizioni ottimali sotto il profilo economico.

“La prospettiva di essere sullo schieramento nel mondiale venturo mi rende incredibilmente felice. Sono semplicemente senza parole”, ha dichiarato in un video postato dal team in cui non sono mancati i classici ringraziamenti alle parti coinvolte, ma anche uno speciale ai genitori “a cui so che devo tutto e agli appassionati di automobilismo “che mi hanno sostenuto nel corso della mia carriera. Darò il massimo, come faccio sempre, e non vedo l’ora di intraprendere questo viaggio”. E allora vai Mick, che papà sarà senz’latro orgoglioso di te!

(©Haas Twitter)

Chiara Rainis