Settimana decisiva per Marquez: è a rischio anche il 2021. E Dovi attende

Entro il 1° dicembre i medici decideranno se Marc Marquez dovrà sottoporsi alla terza operazione. Dovizioso pronto a sostituirlo sulla Honda

Marc Marquez (Foto Honda)
Marc Marquez (Foto Honda)

La data cerchiata in rosso sul calendario di Marc Marquez è il prossimo 1° dicembre. Tra meno di una settimana, infatti, il Cabroncito conoscerà il suo destino definitivo: in altre parole, se dovrà o meno sottoporsi al terzo intervento chirurgico di innesto osseo, per recuperare finalmente l’omero destro infortunato nella maledetta caduta del luglio scorso a Jerez.

Anche se, a leggere attentamente tra le righe dell’articolo scritto dal quotidiano sportivo spagnolo El Pais, la decisione sarebbe stata già presa, almeno informalmente. Già, perché se nell’ultimo periodo qualche miglioramento fisico Marquez lo ha fatto registrare, le terapie alle quali si è sottoposto finora non sono sembrate in grado di portarlo alla completa guarigione.

Altri sei mesi di stop per Marquez?

Resta ancora da definire nelle mani di quale luminare si affiderà l’otto volte campione del mondo per la terza fatidica operazione. In ballottaggio ci sono la statunitense Mayo Clinic, i due specialisti austriaci indicati dal suo sponsor Red Bull e addirittura la clinica madrilena del medico personale dell’ex re Juan Carlos.

L’unica certezza, però, è che se in effetti Marc dovrà finire ancora una volta sotto i ferri, i tempi di ripresa si allungheranno ulteriormente: in altre parole, non potremo aspettarci di rivederlo in pista prima di altri cinque o sei mesi. Come a dire che il fuoriclasse di Cervera dovrà salutare anche il prossimo titolo mondiale, rassegnarsi ad assistere dalla televisione almeno ad un’altra metà del prossimo campionato e, soprattutto, che la Honda dovrà trovarsi un supplente all’altezza.

Dovizioso potrebbe subentrare come sostituto

L’intenzione della Casa alata non sarebbe infatti quella di affidarsi di nuovo a Stefan Bradl, che dovrebbe invece tornare al suo ruolo di collaudatore a tempo pieno, anche per via del fatto che le prestazioni che ha garantito nel 2020 non si sono rivelate certamente esaltanti. Ma sul mercato ora c’è a disposizione un sostituto davvero interessante: Andrea Dovizioso.

Non è un segreto per nessuno che, infatti, se il forlivese si è tenuto le mani libere per il 2021 è stato anche nella speranza di poter subentrare all’infortunato Marquez sulla Honda ufficiale, da sempre la moto dei suoi sogni, con cui si è già incontrato all’inizio della sua carriera ma senza troppe soddisfazioni.

Stavolta il ritorno di fiamma tra Dovi e la Hrc potrebbe avere un esito ben diverso. Non a caso Andrea, anche nelle interviste che ha concesso dopo il suo ultimo Gran Premio con la Ducati, ha rimarcato in più occasioni di non sentirsi un ex pilota, anzi di avere “ancora il fuoco dentro”. Ora non gli resta che attendere la decisione dei medici di Marquez e l’eventuale chiamata da Tokyo. E quello che doveva essere un suo anno sabbatico potrebbe presto prendere tutt’altra direzione.

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (Foto Ducati)