Nessuno sa dove è uscita questa moto: mistero, sembra arrivata dal futuro

Vi sono racconti che sembrano usciti da un film di fantascienza. Per quanto possa risultare paradossale l’intera trama si tratta di una moto, realmente, esistente sulla faccia della terra.

Vi sono tanti misteri nel mondo, ma in merito alla meccanica vi sono meno dubbi. Le creazioni ingegneristiche sono piuttosto recenti e per questo risultano meno avvolte da un velo di mistero, come potrebbe essere per le Piramidi Egizie. Non tutte le moto dell’epoca risultavano essere poco più di biciclette con motore.

Il mistero della moto arrivata dal futuro
La moto del mistero – Tuttomotoriweb.it

Sono state create delle motociclette che hanno lanciato un nuovo modo di intendere la sportività. Questa storia trae origine da una ristrutturazione di un vecchio edificio nella città di Chicago. Dietro ad una parete venne ritrovata una motocicletta futuristica. Un giovane aveva rubato la moto e prima di andare al fronte per combattere la Grande Guerra aveva deciso di celarla dietro ad un muro. Quel ragazzo dalla Prima Guerra Mondiale non è più tornato e la moto è rimasta in questo fatiscente edificio di Chicago per decenni.

Fu ritrovata per caso quando furono fatti dei lavori di ristrutturazione. La moto è rimasta per quasi 50 anni racchiusa in uno spazio strettissimo tra due muri. Sul serbatoio spiccava la scritta Traub e non vi sono tante altre informazioni in merito ad un mezzo che sembra arrivare dal futuro. Per l’epoca aveva soluzioni tecniche che non si erano mai viste prima. Date una occhiata anche ai peggiori flop della storia.

Le caratteristiche della moto del futuro

Oggi ha trovato collocazione nel Wheels Through Time Museum, gestito da Dale Walkner. I più grandi esperti hanno deciso di visionarla per scovare l’origine delle iniziali impresse sul serbatoio. Nessuno è riuscito a capire da dove arrivasse anche perché non c’erano richiami ai costruttori conosciuti prima degli anni ’20.

C’è solo un cittadino americano di origine tedesca con le iniziali GR Traub scomparso in quell’epoca ma non si ha alcuna certezza di una correlazione con il mezzo. Sul canale YouTube Wheels Through Time potrete osservarla nei minimi dettagli.

Le caratteristiche erano avveniristiche: il motore era un bicilindrico 1.278 cc, associato ad un cambio a tre marce a leva manuale con doppia folle, il freno posteriore azionato da una camma agente su doppia ganascia, il carburatore Schebler. Presenta una quantità di elementi fatti a mano futuristici.

Ad essere pazzesca era anche la velocità. La moto poteva superare i 130 km/h. Venne comprata da un commerciante di biciclette, poi da Bud Ekins, controfigura nei film di McQueen, e in seguito dal collezionista Richard Morris prima di essere conservata nel museo. Era troppo avanti per l’epoca e nessuno sa chi la realizzò.

Impostazioni privacy