Marquez vuota il sacco e mette pressione a Ducati: arriva la richiesta definitiva

Marc Marquez ha deciso di lanciare un monito alla dirigenza della Ducati. Nella prossima stagione non si accontenterà di una squadra satellite.

I numeri di Marc Marquez in Ducati non sono ancora da numero 1 assoluto, ma ben presto lo diventeranno. Dopo un inizio un po’ stentato con due zeri nelle prime tre corse, il centauro catalano ha acquisito familiarità in sella alla Desmosedici, ottenendo risultati di spessore. Ha già collezionato, tra SR e GP, cinque seconde posizioni. Gli manca solo la vittoria che potrebbe arrivare nelle prossime uscite.

Marquez vuota il sacco e mette pressione a Ducati
L’ammissione di Marc Marquez (Ansa) Tuttomotoriweb.it

Rispetto ai rivali diretti, Pecco Bagnaia e Jorge Martin, il centauro di Cervera monta su una GP23. Se avesse una moto aggiornata potrebbe essere tutt’altra cosa la battaglia, ma per ora deve accontentarsi. Nonostante i passi a vuoto, in classifica, MM93 è terzo a pari punti con Bastianini a quota 89.

Due punti più su c’è il bicampione del mondo, Pecco Bagnaia. Jorge Martin può guardare tutti dall’alto in basso, ma non sembra essere il prescelto per affiancare il torinese nel 2025. Nonostante le super prestazioni e la leadership nel campionato il madrileno potrebbe essere beffato.

L’ammissione di Marc Marquez

Guardando al futuro, Marquez è risultato chiaro: vuole la versione recente della Ducati. “Sinceramente nel 2025 non mi interessa la marca né il colore, voglio avere in campo l’ultima evoluzione della moto, perché se vuoi lottare per il mondiale hai più possibilità di riuscirci“, ha spiegato il fenomeno del Team Gresini dopo la tappa di Le Mans. Dall’Igna non vorrà lasciarsi sfuggire un talento come Marc.

La scelta di Marc Marquez
Marc Marquez ha deciso di lanciare un monito alla dirigenza della Ducati (Ansa) Tuttomotoriweb.it

Quando sta bene fisicamente il centauro catalano non ha rivali. Marquez ha rimediato in due occasioni ad una qualifica disastrosa. “Scattare 13° ha penalizzato molto la corsa, ma questa volta siamo riusciti a metterci una pezza – ha analizzato Marc come riportato su MARCA – Lo dico questa volta perché forse la prossima volta sarà più difficile. Abbiamo imparato molto questo fine settimana, venerdì abbiamo apportato una modifica e sabato siamo stati in ritardo nel mettere a punto la moto in termini di elettronica“.

La prima volta che ho avuto un buon feeling con la moto è stato nella Sprint – ha chiosato un determinatissimo Marc Marquez – Martin e Pecco sanno essere veloci sulla Ducati fin dall’inizio e sanno di cosa hanno bisogno durante il fine settimana. Forse con una partenza migliore avrei potuto sfruttare di più le gomme e arrivare meno stanco a fine gara, ma per me questo secondo posto è già un risultato soddisfacente“.

Impostazioni privacy