Quanti litri di benzina contiene il serbatoio di un’auto di F1? Dato assurdo

Le auto di F1 sono dei veri e propri missili, e possono contenere tanto carburante. Ecco quanti litri di benzina hanno dentro di loro.

Manca un mese e mezzo al via del mondiale di F1 targato 2024, il penultimo di questo ciclo tecnico per quanto riguarda le power unit. Infatti, nel 2026 ci sarà l’ennesima rivoluzione tecnica che porterà nuovi motori al debutto, con l’obiettivo di aumentare la potenza della parte elettrica. La MGU-H andrà a sparire, ma comunque si punterà sempre di più su questa tecnologia. L’Audi entrerà proprio grazie a questa novità regolamentare, per la quale ha spinto molto dopo le grandi difficoltà che ebbe la Honda con questo componente nei primi anni.

Quanti litri di benzina contiene il serbatoio di un'auto di F1? Dato assurdo
F1 (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

I motori, dunque, andranno a cambiare del tutto, con la F1 che si prepara ad una nuova rivoluzione. Nelle prossime righe, andremo a dare un’occhiata ad una curiosità sulla quale molti si interrogano, ma che troppe poche volte ha ricevuto una risposta. Andiamo a vedere a questo punto quello che è il quantitativo di carburante che le monoposto possono imbarcare.

F1, ecco quanti litri di benzina possono contenere

Uno dei grandi difetti delle auto di F1 di oggi sono le loro dimensioni, che hanno iniziato a crescere diversi anni fa. Il primo step, in tal senso, avvenne nel 2010, quando furono banditi i rifornimenti di carburante, cosa che costrinse le auto ad ospitare un serbatoio più grande. Al giorno d’oggi, esse possono ospitare la bellezza di 110 litri di benzina, anche se nel Circus il carburante viene quantificato in chilogrammi.

Ferrari e rifornimento
Ferrari con Charles Leclerc in azione (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

La decisione che portà al fatto di bandire i rifornimenti venne decisa per motivi di sicurezza, dopo che Felipe Massa ripartì con il bocchettone attaccato a Singapore nel 2008. La colpa non era la sua, ma di un malfunzionamento del semaforo della Ferrari che lo portò a ripartire, perdendo una vittoria che sembrava certa e compromettendo anche la sua corsa al titolo mondiale.

C’è però da dire che la decisione di F1 e FIA di bandire i rifornimenti ha tolto una grande variabile a questo sport, dal momento che ora tutto gira attorno alle gomme che si usurano ed a poco altro. Inoltre, i tempi sul giro in gara sono spesso di svariati secondi più alti di quelli delle qualifiche, dal momento che le auto viaggiano pesando circa 100 kg in più a causa del carburante imbarcato, che è necessario per completare gli ore 300 km di gara.

Questo è un discorso di cui si è parlato tante volte, dal momento che le auto del Circus dovrebbero essere sempre al top, mentre in gara ormai si parla sempre di gestione delle gomme e del carburante. Il problema è che i piloti, a causa delle regole più moderne, non sono più chiamati ad andare al limite, ma sono costretti a gestire tutta una serie di parametri. Di certo, un eventuale ritorno dei rifornimenti potrebbe dare a tutti una bella mano, ma a causa delle regole vigenti sulla sicurezza non c’è speranza che ciò accada.

Impostazioni privacy