Ferrari, omaggio a Michael Schumacher: arriva un modello senza precedenti

La Ferrari ha svelato un nuovo capolavoro, che è un omaggio ad una delle più grandi vittorie di Michael Schumacher. Ecco i dettagli.

Il 29 di dicembre è stato celebrato un tristissimo anniversario, vale a dire quello dell’incidente di Michael Schumacher sulle nevi di Meribel. Da oltre 10 anni ormai, il sette volte campione del mondo vive una vita del tutto diversa, ben lontana dalle piste di tutto il mondo sulle quali ha fatto innamorare i tifosi. La Ferrari è stata la sua vita, ed entrambi sono entrati nella leggenda aiutandosi l’un l’altro.

Ferrari, omaggio a Michael Schumacher: arriva un modello senza precedenti
Michael Schumacher – Tuttomotoriweb.it

La casa di Maranello è stata risollevata dal Kaiser di Kerpen, che dal 2000 al 2004 non ha dato scampo agli avversari a bordo di monoposto strepitose, che lui stesso contribuì a creare. Schumacher ha scritto pagine di storia con la Ferrari, che ora ha deciso di omaggiare una vittoria strepitosa del campione tedesco, con un modello dalle linee eccezionali. Ecco tutti i dettagli sulla vettura.

Ferrari, ecco la 296 GTB che ricorda la storica vittoria

Durante le feste di Natale, la Ferrari ha trovato il modo per esaltare i propri appassionati, presentando una versione speciale di un modello già di per sé strepitoso. Stiamo parlando della 296 GTB Assetto Fiorano dedicata al Gran Premio di Ungheria del 2004, vale a dire una delle gare migliori della storia del Cavallino. Nel giorno di ferragosto di 19 anni fa, Michael Schumacher e Rubens Barrichello dettarono legge sul tracciato di Budapest, regalando alla Scuderia modenese il sesto titolo mondiale costruttori consecutivo.

Ferrari 296 GTB gioiello assoluto
Ferrari 296 GTB in mostra (Ferrari) – Tuttomotoriweb.it

Una dittatura di quel titolo meritava di essere ricordata, e c’è da dire che a Maranello, ancora una volta, hanno tirato fuori un gioiello senza precedenti. La supercar fonde tradizione e sportività, con la colorazione che ricorda la mitica F2004. Infatti, è stata ripresa la medesima tonalità di rosso, mentre sotto le prese d’aria anteriori troviamo delle rifinutre bianche. Queste ricordano il colore dell’ala anteriore di quell’auto, che così come quella posteriore, per via dello sponsor Marlboro, era di colore bianco.

Ripreso dalla linea della F2004 è anche il numero 1 che troviamo sul cofano anteriore, sopra allo scudetto del Cavallino, anch’esso bianco e disegnato nello stesso modo che troviamo sull’auto di Schumacher. Nell’abitacolo, sulla parte dei poggiatesta dei sedili, troviamo la bandiera ungherese con il disegno del tracciato di Budapest, giusto per ricordare come la Ferrari abbia voluto ricordare quella strepitosa cavalcata. La firma stilistica è del grande Flavio Manzoni, il direttore del Centro Stile della casa modenese, che ancora una volta si è superato. Alcuni riferimenti, per gli occhi più attenti, sono anche alla 250 Le Mans, mentre sul fronte motoristico non sono stati fatti cambiamenti.

La 296 GTB, per chi non lo ricordasse, è una supercar Plug-In Hybrid, con 830 cavalli complessivi a disposizione ed un sound inconfondibile. In soli 2,9 secondi, sulla versione Assetto Fiorano, si toccano i 100 km/h partendo da fermi, mentre in 7,3 si arriva a 200. Per il momento, non è stato reso noto il prezzo, né il numero di esemplari prodotti, ma resta il fatto che qui siamo di fronte ad una delle più belle Rosse della storia.

Impostazioni privacy