Cosa si intende in F1 per grand chelem? Ecco il pilota che ne ha conquistati di più

La F1 è fatta di tanti record nei record. Non sempre i driver attuali sono riusciti a detronizzare i mostri sacri del passato.

La categoria regina del Motorsport ha costruito la sua fama sui cosiddetti cavalieri del rischio. Piloti straordinari che hanno rischiato la vita per raggiungere i più alti traguardi nel corso delle loro carriera. Per decenni il primato di Fangio di 5 mondiali sembrava essere inscalfibile, poi è salito in cattedra nel nuovo millennio Michael Schumacher con la Ferrari.

Cosa si intende in F1 per grand chelem?
F1, ecco la classifica dei grand chelem (Ansa) tuttomotoriweb.it

Il tedesco è, insieme a Lewis Hamilton, l’unico campione che ha collezionato 7 mondiali. Il Kaiser è l’unico ad aver conquistato, inoltre, 5 titoli di fila. Lewis avrebbe potuto eguagliarlo nel 2021, ma è stato battuto da Max Verstappen. Forse sarà proprio l’olandese a superare in futuro i numeri di entrambi. A soli 26 anni il figlio d’arte di Jos è salito a quota 54 successi in carriera, scavalcando anche il 4 volte iridato Sebastian Vettel.

I prossimi obiettivi del 3 volte iridato olandese potrebbero ruotare intorno ad una statistica che lo vede ancora sfavorito, nettamente, rispetto al numero 1. Un pilota conquista il Grand Chelem in un weekend di F1 quando ottiene tre cose in un Gran Premio: Pole Position in qualifica, Giro più veloce in gara, vittoria della corsa dopo essere stati al comando in ogni giro. E’ un qualcosa che è veramente speciale nel percorso di un campione. Pensate che, ad oggi, uno straordinario interprete come Fernando Alonso ci è riuscito in una sola occasione, pur vincendo due mondiali.

Lo stesso è avvenuto con il buon Leclerc che si è tolto questa soddisfazione in Australia nel 2022. Sembrava l’alba di una nuova era per la Scuderia Ferrari. Invece è stata l’ennesima delusione per il monegasco e per i fan della Rossa. Nel prosieguo della stagione Charles non ha potuto lottare per il Mondiale contro Verstappen.

F1, la classifica dei grand chelem

Ad oggi, solo 26 piloti si sono assicurati un Grande Chelem nella storia della F1. Ecco la classifica: 1) Jim Clarke 8; 2) Lewis Hamilton 6; 3) Alberto Ascari e Michael Schumacher 5; 4) Jackie Stewart, Ayrton Senna e Nigel Mansell, Sebastian Vettel, Max Verstappen 4; 5) Nelson Piquet 3; 6) Juan Manuel Fangio, Jack Brabham, Mika Hakkinen, Nico Rosberg 2; 7) Mike Hawthorn, Stirling Moss, Jo Siffert, Jacky Ickx, Clay Regazzoni, Niki Lauda, Jacques Laffite, Gilles Villeneuve, Gerhard Berger, Damon Hill, Fernando Alonso e Charles Leclerc 1.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jim Clark (@jimclark1936_1968)

Nella storia soltanto 3 piloti hanno registrato un Grand Chelem in gare consecutive: Alberto Ascari (Gran Premio di Germania 1952 e Gran Premio d’Olanda 1952), Jim Clark (Gran Premio d’Olanda 1963 e Gran Premio di Francia 1963) e Sebastian Vettel (Gran Premio di Singapore 2013 e Gran Premio di Corea 2013 Premio). Si tratta di un record clamoroso nel super primato, ma a lasciare sconvolti è anche il dato su Max Verstappen.

Nonostante il figlio d’arte di Jos abbia dominato le ultime due annate ha ancora la metà dei Gran Chelem di Jim Clark. Quest’ultimo è una vera leggenda. Il britannico, vincitore dei campionati mondiali 1963 e 1965 di Formula 1 con la scuderia Lotus, del BTCC (British Touring Car Championship) 1964 e della 500 miglia di Indianapolis 1965, morì ad Hockenheim, il 7 aprile 1968 in un terribile crash.

Impostazioni privacy