Audi, ecco la nuova belva elettrica: immagini da togliere il fiato

L’Audi è pronta per togliere i veli ad un nuovo mostro della strada, che vuole far convertire molti scettici. Ecco tutti i dettagli.

Il mondo delle quattro ruote guarda alla mobilità sostenibile, ed ormai la quasi totalità dei costruttori punta sulla costruzione di auto elettriche. L’Audi ha comunicato che dal 2026 produrrà solo vetture ad emissioni zero, lasciando i motori termici ancora in attività con le sole RS, ovvero le auto più performanti, sportive e costose, che avranno una piattaforma tutta loro, che presto verrà presentata dalla casa di Ingolstadt.

Audi nuova elettrica
Audi belva in arrivo – Tuttomotoriweb.it

La gran parte dei modelli di casa Audi, per il resto, sarà del tutto elettrificata, un colpo al cuore per gli appassionati, soprattutto per i puristi, che però dovranno farci l’abitudine. A questo punto, è il momento di prendere in analisi il nuovo gioiello che il marchio dei quattro anelli sta testando, una nuova belva elettrica pronta a conquistare i fan. Andiamo a scoprirla.

Audi, ecco come sarà la nuova A6 Avant e-tron

Detto dell’ormai chiaro approccio del tutto votato all’elettrico di casa Audi, è tempo di passare all’analisi della nuova belva, la A6 Avant e-tron elettrica che è stata intercettata con alcune foto spia durante i test su strada. Si tratterà della prima versione della Station Wagon del tutto ad emissioni zero, e nel video qui postato, caricato sul canale YouTubeRoCars“, potete farvi un’idea delle sue forme in base a questo render.

Il frontale sarà dotato di fari sdoppiati, mentre il lunotto, come si può vedere guardando il profilo, è inclinato, con gruppi ottici posteriori che si sviluppano su forme orizzontali. Pare che essi, come si vede ancor più chiaramente nel render, ma come si è intravisto anche nelle foto-spia, vengano congiunti tra di loro da una barra luminosa, ma nelle immagini relative ai test su strada c’è una livrea camouflage che limita la visione su tale dettaglio.

C’è una grossa novità invece per ciò che riguarda gli specchietti retrovisori. L’Audi ha infatti optato per delle telecamerine che trasmettono immagini all’interno dell’abitacolo, una tecnologia che la casa dei quattro anelli aveva utilizzato già nel mondo delle corse. Infatti, nel 2015, sulla R18 e-tron quattro che corse alla 24 ore di Le Mans gli specchietti vennero sostituiti proprio da questa soluzione, utilizzata poi anche sul modello del 2016 e sulla Porsche 919 Hybrid del 2017. Due anni più tardi, anche la Toyota TS050 Hybrid decise di copiare tale scelta, che sulle nuove Hypercar, ovvero la top class che nel FIA WEC ha preso il posto della LMP1, non è stata ripresa da nessuno.

Tornando alla nuova A6 Avant e-tron, sappiamo che verrà realizzata sulla nuova piattaforma PPE, dedicata alle vetture ad emissioni zero, e che è stata sviluppata dalla casa di Ingolstadt in collaborazione con la Porsche. Non sappiamo, di preciso, quelli che saranno i dettagli relativi alle potenze ed all’autonomia, così come tutto tace sul fronte dei prezzi e sulle date ufficiali di uscita. Di certo però, attorno a questo gioiellino c’è grande attesa, e molto presto verranno resi noti i dettagli ufficiali su ciò che ancora non è stato comunicato.

Impostazioni privacy