Marquez vuole fermare la Ducati: ecco la sua assurda richiesta

Marc Marquez spera in un cambiamento di regolamento, che possa avvenire molto presto. Ecco cosa vuole il grande campione spagnolo.

La stagione di MotoGP targata 2023 è la peggiore di sempre per Marc Marquez, il quale è condannato a soffrire nelle retrovie per via della crisi della Honda. Dall’ultimo successo della sua carriera sono passati quasi due anni, visto che non sale sul gradino più alto del podio dall’ottobre del 2021, quando si impose a Misano, al termine di una prova da fenomeno assoluto.

Marquez vuole bloccare la Ducati
Marquez in divisa Honda (LaPresse) – Tuttomotoriweb.it

Da quel momento in poi, la Honda è andata in enorme difficoltà, anche se già nei mesi successivi al suo infortunio del 2020 si era visto che, senza di lui, questa moto non aveva alcuna possibilità di essere competitiva. Ad oggi, è difficile immaginare che le cose cambino in fretta, soprattutto perché la Ducati, ma anche le altre case europee sono troppo avanti.

La MotoGP di oggi è dominata dalla casa di Borgo Panigale, e pare proprio che Marquez non la riuscirà mai a guidare in carriera, a meno di clamorosi ribaltoni. La casa italiana, vista la sua superiorità tecnica ed il grande talento di Pecco Bagnaia, non ha bisogno di spendere enormi cifre per prendere Marc, visto che è fortissima anche con i suoi rider.

Detto questo, il nativo di Cervera deve guardare al futuro, anche alla luce dei prossimi regolamenti. Il grande problema della Honda, così come della Yamaha, sta in un’aerodinamica molto inferiore rispetto a quella della Ducati, della KTM e dell’Aprilia, ed è qui che occorre fare la differenza.

Marquez, ecco cosa ha detto sul futuro della MotoGP

La MotoGP di oggi è ben diversa da quella che conoscevamo in passato, ed è l’aerodinamica l’elemento cruciale, duramente criticato ora da Marc Marquez e qualche tempo fa anche da Casey Stoner. I duelli ed i sorpassi sono molto rari, visto che i disturbi aerodinamici la stanno rendendo simile alla F1.

Pecco Bagnaia ed il dominio Ducati
Pecco Bagnaia in azione (LaPresse) – Tuttomotoriweb.it

Un cambiamento regolamentare è previsto per il 2027, ma ancora non si sa in che modo si deciderà di intervenire. In un’intervista riportata da “Motorsport.com“, il campione della Honda ha detto la sua, invocando un intervento più a breve termine per cercare di cambiare le cose ed aumentare lo spettacolo.

Ecco le sue parole: “Già ho parlato di questo argomento due o tre anni fa, ma c’è chi è a favore dell’aerodinamica e chi meno. Nel mondiale di oggi, la competitività dipende molto dalla moto di cui disponi. Se non hai l’aerodinamica e la trazione fai fatica, ci sono molti aspetti che devono funzionare. Sta diventando come la F1, che però va nell’opposta direzione, puntando su meno carico aerodinamico“.

Marquez ha poi fatto capire che gradirebbe una diminuzione dell’aerodinamica prima del 2027: “Noi stiamo facendo l’esatto contrario, le moto stanno diventando sempre più grandi. A quanto pare le cose cambieranno nel 2027, ma non prima. Per come la vedo io è troppo tardi, significa che dovremo passare ancora tre stagioni in questa maniera, senza poter far nulla“.

Impostazioni privacy