Valentino Rossi e quell’analogia con la MotoGP: arriva l’annuncio per il futuro

L’ex centauro della Yamaha, Valentino Rossi, sta vivendo una seconda giovinezza nel campionato Fanatec GT. Le sue sensazioni fanno tribolare i fan.

Sono trascorsi quasi due anni dal ritiro di Valentino Rossi dalla MotoGP. Dopo oltre un quarto di secolo il Dottore ha deciso di dire basta con le due ruote per avventurarsi in una entusiasmante carriera nell’automobilismo. Nella classe regina il centauro di Tavullia ha scritto pagine indelebili, conquistando tre titoli con la Honda e quattro con la Yamaha.

Valentino Rossi traccia la strada nel GT
Valentino Rossi (LaPresse) tuttomotoriweb.it

Salutare il mondo che lo ha cresciuto e con cui è diventato una leggenda non è stato facile. L’idea migliore era continuare a provare il brivido della velocità al volante di bolidi Gran Turismo. Valentino Rossi si era già cimentato a bordo di auto sportive, avendo preso parte a diversi Rally. Nella consueta manifestazione rallistica monzese ha conosciuto la sua meravigliosa compagna, con la quale ha dato alla luce Giulietta.

Per il campione con il numero #46 la partecipazione al campionato GT ha rappresentato il perfetto bilanciamento tra vita privata e sportiva. A 44 anni il pilota aveva bisogno di un campionato con un numero limitato di appuntamenti, senza trasferte dall’altra parte del mondo. Nel GT ha partecipato nel 2022 a bordo di un Audi R8 del team WRT, facendo esperienza in vista di un 2023 da assoluto protagonista.

Sulla BMW GT3 M4 nel team WRT si sta ritagliando sempre più spazio, sino ad arrivare a lottare per le posizioni di vertice. E’ salito sul primo gradino del podio in Gara 2 di Misano, marcando il primo storico trionfo nel campionato Fanatec GT. In pochi lo avrebbero detto nel giorno del ritiro dalla top class. L’ultimo round, sul tracciato del Nürburgring, si è concluso con un DNF. La BMW #46 si è dovuta ritirare per un crash con l’Audi R8 #66. Il compagno di equipaggio del Dottore, Maxime Martin, ha centrato l’auto rivale tedesca.

Le sensazioni di Valentino Rossi

Il Dottore tornerà in pista sul circuito di Hockenheimring dove nel 2022 la #46 ha colto una buona quinta posizione al volante dell’Audi R8. Correre nell’automobilismo e risultare subito competitivo era tutt’altro che scontato per un fenomeno delle due ruote. I fan lo hanno seguito in questo spettacolare viaggio, dimostrando un attaccamento clamoroso.

Valentino Rossi box
Valentino Rossi (LaPresse) tuttomotoriweb.it

Nel 2023 il nove volte iridato ha fatto progressi, conquistando la vittoria anche a Road to Le Mans, nella gara di contorno alla 24 Ore. Dopo la medaglia di bronzo alla 24 Ore di Dubai si era subito capito il feeling con la BMW. In una intervista rilasciata ad Autosprint il Dottore ha dichiarato: “La cosa davvero importante è che sto facendo sempre più esperienza e prendendo maggior fiducia, che stiamo diventando più competitivi, non solo io ma tutta la squadra“.

Secondo il Dottore i piloti GT sono i più veloci al mondo in assoluto. E’ una sfida durissima che si protrae per molte ore e occorre anche saper stringere i denti. “Sono forte sul ritmo gara, devo migliorare sul giro secco a gomme fredde, come in qualifica, dove non c’è molto tempo per scaldare le mescole. Un po’ come mi succedeva nelle moto“, ha sancito il #46.