MotoGP, mossa disperata della Honda: ecco come aiuteranno Marquez

La Honda è il fanalino di coda di questa MotoGP, ed ora c’è l’ultimo tentativo per salvare il salvabile. Ecco cosa faranno.

Peggio di così non poteva andare il Gran Premio di Germania della MotoGP in casa Honda, con Marc Marquez che non è nemmeno partito a causa della micro-frattura rimediata al pollice della mano sinistra dopo la caduta nel Warm-Up. I medici lo avevano dichiarato “fit”, ovvero possibilitato a partire dal punto di vista fisico, ma è stato lo stesso nativo di Cervera a decidere di non prendere il via della gara.

MotoGP Honda c'è il test speciale
MotoGP Honda Marc Marquez 19-06-2023 Tuttomotoriweb.it

Marc ha causato un grave incidente nelle seconde libere, perdendo l’anteriore della sua Honda alla prima curva, carambolando addosso alla Ducati Pramac di Johann Zarco, ma nel corso del week-end si sono verificate tante altre cadute, causate dagli eccessivi rischi che il pilota spagnolo si prende per cercare di trovare quanta più prestazione possibile.

Questa moto, ovviamente, non glielo permette, e così finisce spesso per scivolare rovinosamente a terra. Dopo la Sprint Race che è stata portata a termine, Marquez aveva detto di essersi sostanzialmente arreso, affermando che aveva deciso di non rischiare troppo, un qualcosa che non fa parte del suo DNA.

La MotoGP di oggi non c’entra nulla con quella di pochi anni fa, quando le case giapponesi dominavano la scena, senza lasciare scampo alla concorrenza. Ad oggi, nemmeno più i miracoli del funambolo iberico servono per cambiare le carte in tavola, ed ormai solo un miracolo può aiutare la squadra diretta da Alberto Puig ed il suo fenomeno, stanco di essere anche fin troppo criticato per le sue cadute. La moto non va, e la cosa peggiore è che non si vedano mai dei piccoli passi in avanti.

Il telaio Kalex portato a Le Mans era stato una sorta di illusione, visto che il #93 era stato molto competitivo in quel fine settimana, ma già dal Mugello si era vista una situazione del tutto diversa. Purtroppo, anche il Sachsenring ha confermato le aspettative, ed ora c’è una vera e propria mossa disperata da parte dei giapponesi.

MotoGP, test imprevisto per la Honda a Misano

La Honda ha deciso di effettuare un test che non era affatto previsto per cercare di risollevare le sorti di una stagione di MotoGP da vero e proprio incubo. Sulla pista di Misano, martedì 20 e mercoledì 21 giugno, andrà in pista Stefan Bradl, che proverà diverse configurazioni allo scopo di cercare una qualche soluzione alla crisi tecnica.

Marc Marquez ed un test segreto
Marc Marquez in azione (LaPresse) – Tuttomotoriweb.it

Il tester tedesco, dunque, avrà un ruolo molto importante, anche se non basterà di certo un test per far scalare posizioni alla Honda in quella che è la griglia dei valori tecnici della MotoGP. Negli stessi giorni, a Misano ci sarà spazio anche per un altro test, ma che avrà un sapore ben diverso.

Infatti, in pista troveremo Alvaro Bautista sulla Ducati Desmosedici GP23, per quel test-premio di cui si è tanto parlato. L’ormai quasi due volte campione del mondo della Superbike, dominando tra le derivate di serie, si è meritato questa occasione, e siamo sicuri che andrà molto forte.