Bagnaia, grande spavento per lui: ecco cosa lo ha messo in allarme

Pecco Bagnaia ha dominato la Sprint Race del Gran Premio d’Italia al Mugello, battendo Bezzecchi. Ecco le sue parole a fine gara.

Una grandissima prova quella di Pecco Bagnaia al Mugello, in un sabato a dir poco perfetto nel quale ha conquistato la pole position e poi la vittoria nella Sprint Race. Per il campione del mondo della MotoGP si tratta del terzo successo su sei prove nelle “garette” del sabato, a conferma del fatto che gradisce molto questo format.

Bagnaia commenta il trionfo nella Sprint Race
Bagnaia nel box Ducati (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

Dopo le schermaglie con Marc Marquez in qualifica, i due non si sono nemmeno visti in gara, se non nei primissimi giri. Troppa la differenza tra la Ducati e la Honda, dal momento che la casa di Borgo Panigale ha piazzato ben cinque moto davanti a tutti, mentre la concorrenza non può far altro che stare a guardare.

Ricordiamo che Bagnaia è arrivato al Mugello non al top della condizione, a causa di una frattura dell’astragalo che lo costringe spesso a muoversi con le stampelle per un forte dolore alla caviglia. Tutto ciò non lo ha di certo infastidito, anche se Marco Bezzecchi gliel’ha fatta sudare e non poco.

Il “Bez”, dopo un week-end difficile, ha limitato i danni perdendo solo 3 punti, restando a -4 nel mondiale. Si tratta di un’altra grande prova dell’alfiere del Mooney VR46 Racing Team, anche se è ormai evidente che per battere Pecco su questa pista in gara servirà qualcosa di molto speciale.

Bagnaia, ecco il suo commento dopo la vittoria

Pecco Bagnaia è stato grande protagonista nel sabato del Mugello, ma ora sa che dovrà concretizzare anche in gara, evitando di commettere errori. Il campione del mondo in gara è stato perfetto, ed ora sta già iniziando a concentrarsi su cosa accadrà domani pomeriggio, anche se è giusto godersi il successo.

Pecco Bagnaia trionfa nella Sprint Race
Pecco Bagnaia in azione al Mugello (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

Appena sceso dalla moto, Pecco ha dichiarato: “Ho avuto paura alla fine, pioveva molto nel settore 2 e nel 3, ma sapevo che avevo un gran passo, sufficiente per essere in battaglia. Bezzecchi era molto veloce, ho cercato di non concedergli lo spazio per un attacco. Ringrazio i tifosi, ne ho visti davvero tanti in tribuna“.

Poco dopo, Bagnaia ha parlato ai microfoni di “SKY Sport MotoGP“, affermando: “Cosa ho in più rispetto al Bez? Sicuramente gli anni di esperienza in MotoGP, ma oggi è stata molto critica ed avevo paura della pioggia. Non so se si è notato, ma alle Arrabbiata è venuta giù forte, poi però è migliorata e non si scivolava troppo. Sapevo che Bez sarebbe stato lì, è andato forte per tutto il week-end. Non dovevo farlo passare perché sapevo che sarebbe andato molto forte“.

Pecco ha poi aggiunto: “Ho lavorato molto sulle linee e le traiettorie, la Bucine è una curva che non finisce mai, ti ingolosisce dare gas prima, ma a volte è meglio aspettare piuttosto che esagerare e rischiare errori gravi. L’emozione dell’inno? Davvero fantastico, poi ho visto molto più pubblico rispetto allo scorso anno, ho avuto i brividi. Noi italiani ci sappiamo divertire, è tutto così fantastico“.

Impostazioni privacy