Vettel si butta nei rally? Intanto omaggio toccante a Schumacher

Fresco di ritiro dalla F1 Vettel lascia aperta ogni ipotesi sul futuro, compresa un’incursione nei rally. E già parte un’operazione nostalgia.

Sebastian Vettel presto di ritorno alle competizioni? Tutto può essere e a lasciare aperta questa ipotesi è lo stesso ex pilota dell’Aston Martin. Se per adesso si sta godendo la famiglia a casa, il richiamo delle quattro ruote potrebbe infatti portarlo ad intraprendere un percorso del tutto inedito per lui. Quello del traverso.

Sebastian Vettel (LaPresse Foto)
L’ex pilota di F1 Sebastian Vettel (LaPresse Foto)

La prova del nove l’avremo nel weekend dal 28 al 29 gennaio, quando il tedesco sarà di nuovo in pista, o meglio sulla neve e il ghiaccio della Svezia, per la classica Race of Champions. In quel frangente potrà toccare con mano e capire, se è rimasta la voglia di mettersi casco e tuta, sebbene in una disciplina diversa dalla F1. O se al contrario è meglio dedicarsi alle figlie, agli hobby, alle battaglie ambientaliste.

Per qualche ragione ho sempre amato il rally“, ha affermato nella settimana in cui riparte il WRC dall’iconico Montecarlo. “Tuttavia lo considero una vera e propria sfida, in quanto è piuttosto differente da ciò a cui sono abituato. Dalle corse in circuito“.

Vettel vuole “conoscere sé stesso”

Per sua stessa ammissione Seb sta valutando il ritiro come una sorta di terapia. Un’opportunità per imparare qualcosa sulla propria persona. Per mettersi in una posizione totalmente nuova per lui. Ovvero quella del padre di famiglia, non più impegnato in continui viaggi, al confronto con la velocità e i media. “Dopo tanti anni quella vita era ormai diventata routine. E non lo dico con arroganza“, ha asserito contento finalmente di poter fare qualcosa di differente. Di spezzare la monotonia del continuo ripetersi.

Ad un certo punto ti rendi conto che non c’è più nulla che ti stupisce. E io voglio tornare ad essere sorpreso. Voglio conoscermi meglio. Restare più a lungo con i miei cari e crescere con loro. Ovviamente questo comporta ritmi diversi“, ha spiegato cercando di far comprendere quanto fosse importante per lui staccare, riprendersi, recuperarsi come uomo e cominciare ad intraprendere attività per cui prima non aveva tempo.

L’assenza di un calendario e dello stress, gli consentirà di decidere con tutta calma. “Adesso non ho più scadenze da rispettare. Ma ad un certo punto dovrò scegliere cosa fare. O comunque dovrò trovarmi un impegno. Sono un’ape operaia. Che ha sempre bisogno di stare in movimento“, si è descritto usando una metafora alquanto vicina a lui essendo un appassionato di apicoltura.

Nell’attesa di fare luce sul proprio avvenire, il 35enne in questi giorni si è dedicato alla pubblicazione di foto amarcord sulla propria pagina Instagram, aperta proprio in corrisponenza dell’annuncio dell’addio al Circus. Tante belle immagini di quando era piccolo. Con il padre, la madre, il fratellino. Ma ce n’è soprattutto una che ha suscitato l’emozione dei tifosi. Quella di un piccolo Sebastian sul kart con affianco il mentore Michael Schumacher intento a dargli dei consigli.

Sebastian Vettel con Michael Schumacher (Vettel Instagram)
Sebastian Vettel con Michael Schumacher (Vettel Instagram)

Un frammento pieno di tenerezza che ben fa comprendere quanto l’asso di Heppenheim stia sentendo la mancanza di quello che è stato più di un mentore. Un vero amico.