F1, Hamilton lascia o raddoppia? Trapela una voce clamorosa

In attesa del rinnovo con Mercedes, impazzano le indiscrezioni sul futuro di Hamilton che, a quanto pare, godrà di un cachet da capogiro.

Il team principal della Stella Toto Wolff lo ha più volte ripetuto in questi mesi. La questione Lewis Hamilton troverà una soluzione entro l’inizio del campionato di F1. Ciò significa che per il 5 marzo sapremo cosa farà il pluricampione britannico.

Vicino alla scadenza di contratto, che arriverà a fine 2023, l’asso di Stevenage sembrerebbe propenso a proseguire nel suo percorso in F1, anche se per quanto tempo ancora non si sa. Sulla medesima scia, il boss della scuderia tedesca che vorrebbe confermarlo.

Lewis Hamilton (Ansa Foto)
Lewis Hamilton (Ansa Foto)

Attualmente il #44 si trova nell’Antartico per un duro allenamento fisico, ma nonostante la lontanza fisica dall’Europa, già hanno cominciato a trapelare le indiscrezioni su quale sarà l’investimento su di lui da parte di Mercedes.

Hamilton verso un futuro ancora più ricco?

Stando a quanto riportato da Sportune, ad Ham sarebbe stato proposto uno stipendio da 70 milioni di euro. Niente male, specialmente se si considera che oggi di milioni ne incassa 45. Una cifra che andrebbe così ad inglobare gli attuale 25 di bonus in caso di vittoria del Mondiale.

Sempre secondo le voci di corridoio, l’estensione dell’accordo sarebbe biennale. Dunque, il portacolori delle Frecce d’Argento dovrebbe essere ancora sulla griglia del Circus al compimento dei 40 anni. Non che ormai sia qualcosa di innovativo o anomalo, visto che Kimi Raikkonen si è ritirato nel 2021 a 42 primavere e Fernando Alonso è più battagliero che mai a 41.

Si riporta inoltre che l’ingente somma sarà pagata in larga parte dallo sponsor principale della squadra, ovvero la Ineos, del magnate Jim Ratcliffe. Il manager si sarebbe detto pronto a tirare fuori il 90% del budget necessario. E con il pilota avrebbe perfino avanzato l’idea di creare una cordata per acquistare il club di calcio Manchester United.

Nell’ambito delle chaiacchiere di corridoio, Lewis starebbe spingendo per un ruolo di ambasciatore del marchio. Nella fattispecie avrebbe domandato un contratto decennale al Daimler Group e un pagamento di 25 milioni a stagione. Insomma, non proprio una collaborazione regalata.

Sulla scia dei vari Roger Federer o Tom Brady, il sette volte iridato non vuole mollare il colpo. E per tenerlo sul pezzo Mercedes, o meglio il suo title partner avrebbe dimostrato di essere pronta a mettere sul piatto ogni tipo di somma.

Malgrado i numerosi interessi extra pista del campione del Regno Unito tra il cinema, la moda e la musica, il motorsport pare essere ancora il più forte. La sconfitta rimediata nel 2021 lo ha evidentemente segnato nel profondo. Se infatti pareva intenzionato a lasciare, lo smacco ad opera della coppia Verstappen – FIA ne ha rivoluzionato i propositi. Se poi a questo si aggiunge che il 2022 della rivoluzione tecnica, ossia l’annata che avrebbe dovuto essere della rivincita, lo ha visto faticare e in alcuni casi soccombere alle spalle del giovane compagno di box George Russell, il conto è presto fatto.

Nel corso di una carriera nella top class cominciata nel 2007, Sir Hamilton ha dato prova di non accettare di mettersi in coda. Il suo sogno resta quello di uscire a testa alta, possibilmente da più glorioso di sempre. Se poi l’ambizioso desiderio diventerà realtà, sarà la storia a dircelo.