Pambuffetti PJ-01: un gioiello italiano si svela al mondo

Potenza complessiva di 820 CV, esperienza di guida simile a quella di una monoposto di Formula 1. Pambuffetti PJ-01 fa già parlare di sé

La Pambuffetti PJ-01, prima vettura prodotta dalla casa automobilistica Pambuffetti Automobili, arriva ufficialmente sul mercato e sceglie il mondo arabo per il suo primo battesimo al grande pubblico.

Pambuffetti PJ-01 (Instagram)
Pambuffetti PJ-01 (Instagram)

Nella fattispecie, l’avveniristico modello è stato messo a disposizione in questi giorni dei clienti dell’Waldorf Astoria di Ras Al Khaimah, hotel di lusso del piccolo emirato a sud di Dubai abitualmente frequentato da magnati, esponenti di famiglie reali e sportivi internazionali.

Un debutto extra-lusso, per una sportiva di lusso

Gli ospiti della struttura hanno potuto testare in anteprima le qualità mozzafiato della PJ-01 di Pambuffetti nella sua ultima evoluzione, la stessa che entrerà ufficialmente in produzione al termini di questa itinerante promozione internazionale che porterà a breve la vettura anche in Asia.

Il direttore generale del Waldorf Astoria Ras Al Khaimah, Adrian Stoppe, non ha nascosto la sua soddisfazione per questa collaborazione che ha permesso ai clienti della struttura che dirige di avvicinarsi e mettersi al volante di questa hypercar di ultima generazione che già dal suo reveal ha catturato l’entusiasmo di tantissimi appassionati di auto sportive di lusso.

Tra gli ospiti invitati a provare la PJ-01 Pambuffetti anche Amna Al Qubaisi, la prima donna pilota di F3 degli Emirati Arabi Uniti, che ha commentato: “È stato incredibile guidare questa vettura sportiva ed estremamente potente e sono felice che il team Pambuffetti mi abbia dato l’opportunità di provare l’auto”.

Pambuffetti PJ-01: sensazioni e numeri da monoposto

L’obiettivo di Pambuffetti PJ-01 è quello di portare su strada una supercar che richiama i concetti delle monoposto da corsa, ma che al tempo stesso non sacrifica il confort a bordo. Questo è possibile innanzitutto grazie al suo telaio rivoluzionario, che permette di evolvere alcuni concetti canonici del mondo automobilistico come ad esempio la posizione rialzata della pedaliera rispetto al bacino del passeggero.

Una novità, quest’ultima, che permette di liberare completamente anteriore e fondo della vettura, consegnando spazio per i flussi aerodinamici che hanno modellato anche il profilo di questa vettura.

Il peso complessivo della Pambuffetti PJ-01 è di 1100 kg, mentre la potenza erogata tocca gli 820 cv. Numeri che consegnano sensazioni di guida che richiamano quelle al volante di una monoposto di Formula 1

Non solo il telaio, rivoluzionario è anche il sistema di raffreddamento che garantisce le giuste temperature di utilizzo anche nelle condizioni più estreme.

Pambuffetti PJ-01: tanti partner d’eccellenza

Tante le sinergie che hanno permesso ad un progetto così ambizioso come quello di Pambuffetti PJ-01 di prendere forma. Innanzitutto quella con Michelin per la realizzazione del pneumatico giusto per ottenere il massimo sia in termini di prestazione che di trazione.

Dopodiché OZ, che si è occupata di realizzare i cerchi su misura sia per il prototipo che per la versione di serie dell’auto. A seguire Motul, che ha contribuito all’ottimizzazione dell’intero powertrain spingendolo fino ad 820 CV di potenza.

BMC Air Filters ha donato alla PJ-01 un esclusivo sistema di aspirazione, QD Exhaust ha curato il “sound” del motore, Tatuus si è occupata dello sviluppo dell’assetto aerodinamico, e infine Carbon Dream, azienda con esperienza pluriennale nella realizzazione delle componenti in materiali compositi per i principali brand automotive.

Il prossimo giugno la vedremo al MIMO 2023

Nel tour mondiale che sta caratterizzando, e caratterizzerà, la presentazione al pubblico della PJ-01, l’atto finale sarà il prossimo 16-18 giugno in occasione del MIMO 2023, presso l’Autodromo Nazionale di Monza. D’altronde sempre al MIMO, ma nel 2021, si era potuto ammirare a piazza Duomo il primo prototipo dell’auto, e vale anche la pena sottolineare quanto la manifestazione milanese in questi anni sia stata teatro di bellezze (a quattro ruote) dalla grande sportività.

Andrea Levy, patron di MIMO, è stato anche tra i pochi fortunati a provare la
Pambuffetti PJ-01 tra le strade di Ras Al Khaimah, e il suo responso lascia poche interpretazioni: “La PJ-01 è una stradale che ti fa sentire come
un pilota in pista” – aggiungendo- “Il team Pambuffetti ha fatto un lavoro incredibile e sono felice di poter presentare al grande pubblico nella 3ª edizione di MIMO Milano Monza Motor Show”