Verstappen, già decisa l’età del ritiro? Lui lascia un indizio

Aggressivo e spietato in pista, romantico e docile fuori. Verstappen rivela i suoi sogni per il prossimo futuro al fianco della fidanzata Kelly.

Malgrado abbia appena 25 anni, Max Verstappen ha già più volte dichiarato di non voler proseguire a lungo in F1. A differenza di Fernando Alonso che dopo un paio di stagioni di pausa, nel 2020 aveva deciso di rientrare nella top class per tentare di conquistare la terza stella, l’olandese pare essere certo non di non avere ripensamenti quando sarà giunto il momento di lasciare. Il motivo? Una certa serenità nella vita privata e diversi interessi fuori dal Circus.

Max Verstappen (ANSA)
Max Verstappen (ANSA)

Parlando al quotidiano De Limburger in questi giorni di pausa, il due volte iridato ha esaltato il dolce far nulla al termine di un campionato piuttosto intenso. “Un po’ di riposo fa bene anche al mio corpo. Finalmente non subirà stress“, ha affermato svelando che dopo le feste di Natale partirà per le vacanze con la fidanzata Kelly. “Al ritorno comincerò a concentrarsi sul Mondiale venturo“.

Verstappen vicino all’addio?

Come quest’anno anche nel 2023 gli appuntamenti in programma saranno 23. Un impegno gravoso che sta scoraggiando il figlio d’arte.  “È la ragione principale per cui non correrò ancora per molto“, ha ammesso spiegando com viaggiare di contuo non sia salutare e in più comporti parecchie rinunce. “Guidare una monoposto è un sogno tanti. Tuttavia quando sei molto lontano da casa e da chi ami, arriva un momento in cui dici basta“, ha asserito dandosi ancora un paio di annate prima del ritiro.

A distrarrare il talento della Red Bull anche il desiderio di crearsi una famiglia e avere dei figli, non per forza destinati al motorsport. “Li educherò in maniera differente da come hanno fatto con me papà e mamma“, ha mostrato di avere le idee chiare. “Loro hanno fatto di tutto per spingermi a correre. Io, invece, lascerò i miei bambini scegliere. Se vorranno seguire le mie orme, mi assicurerò di essere con loro da subito, per iniziare a gettare le basi“, ha aggiunto non escludendo comunque un cambio di prospettiva quando si concretizzerà il proposito di genitorialità.

La famiglia prima di tutto

Nonostante si sia fatto conoscere per una certa durezza, il #1 ha in realtà un cuore tenero. Ad agitarlo più di tutto è il padre Jos, ultimamente spesso alle prese con i rally. “Gli dico sempre di stare attento. Lui vorrebbe imporsi, ma per farlo bisogna rischiare. Così io gli ricordo che non è necessario vincere. Che può anche divertirsi.  Si tratta di una discilpina in cui si verificano diversi incidenti. Io lo seguo via live timing e quando vedo che è giunto al trguardo tiro un sospiro di sollievo“, ha confidato prima di passare ad un altro capitolo importante della sua vita. La sua donna, soffiata a Daniil Kyvat.

Una storia d’amore vissuta alla luce del sole quella con la figlia di Nelson Piquet, di cui il driver di Hasselt sarebbe però piuttosto geloso. “Non sento il bisogno di mostrare la mia vita privata al mondo esterno“, ha detto. “Quando avrò finito con questo lavoro, non mi vedo a pubblicare molti post. Alcune persone non fanno nient’altro in tutto il giorno. Io al contrario passo parecchio tempo al telefono, più che altro per sistemare le cose riguardanti la mia squadra di virtual racing”.

Infine quasi fosse già un ex, Mad Max ha espresso l’augurio di aver ispirato tanti connazionali a percorrere la strada dell’auromobilismo professionistico. “Si sosteneva che fosse impossibile per gli olandesi arrivare nella top class. Ma non era vero“, ha asserito con un certo orgoglio. “Se dai di gas, non importa da dove vieni. Spero che quando avrò 31 anni, sia pronto un nuovo sostituto“.