Alfa Romeo, il 2023 potrebbe regalarci un prototipo da urlo (VIDEO)

Sarà un’annata importante per Alfa Romeo, che potrebbe produrre ancora una sportiva con motore termico prima della svolta elettrica.

Continua l’opera di restyling di tante case automobilistiche. Sul mercato infatti da almeno un paio di anni tutti i marchi sono attivi per cercare di adeguarsi a questa rivoluzione green che sta portando sempre più modelli 100% elettrici sul mercato. La direttiva UE che impedisce la vendita di auto con motori termici a partire dal 2035 ha di fatto spinto tutti i colossi automobilistici ad accelerare per farsi trovare pronti all’appuntamento. In realtà però l’obiettivo è quello di riuscire, dopo una breve transizione, a evolvere i propri listini con netto anticipo rispetto alla scadenza prefissata. E tra le case più attive c’è ora l’Alfa Romeo, che dopo anni di immobilismo, prima con Stelvio e poi con Tonale, ha intrapreso un deciso cambio di rotta rispetto al recente passato.

Alfa Romeo (ANSA)
Il noto marchio Alfa Romeo (ANSA)

Il 2022 si è chiuso con un colpo di coda incredibile, che ha portato alla presentazione della Giulia SWB firmata Zagato, per ora una one-off prodotta per un solo cliente, poi con la notizia che nel 2023 saranno diversi i modelli che vedranno la luce. A partire dalla ormai nota Alfa Romeo Brennero (anche se è un nome provvisorio e già sappiamo che non si chiamerà così), il terzo SUV della Casa del Biscione e che si innesterà sul mercato dei B-SUV che deriverà dallo stesso progetto di Jeep Avenger e del B-SUV Fiat, tutti costruiti a Tichy (Polonia) sulla nuova piattaforma SLTA Small.

Poi toccherà al restyling della Giulia, la cui commercializzazione è prevista per gennaio e che presenterà diversi gruppi ottici anteriori, ora full LED, così come quelli posteriori, oltre a una strumentazione totalmente digitale, come vogliono gli ultimi modelli. Sulla stessa scia ci sarà il restyling della Stelvio, che sarà in pratica una Tonale maggiorata, con scelte stilistiche molto simili alla sua sorellina. Ma non è tutto.

Alfa Romeo, una sorpresa per il 2023?

Ormai tutti i marchi hanno deciso di sfruttare alla grande i social per fare degli annunci. E Alfa Romeo non è stata da meno. Infatti ha fatto capire che per il nuovo anno ci sarà parlando un modello ad alte prestazioni, un’auto sportiva che prenderebbe il testimone di altre macchine che hanno fatto la storia, come la 4C e la 8C.

Nel video lanciato su Twitter, si vede sul finale un fanale posteriore dall’aspetto circolare, che ha riportato tutti gli appassionati del Biscione a quell’auto sportiva con motore centrale senza servosterzo, la cui produzione è stata interrotta un paio di anni fa, ma anche alla 8C, massima esponente del marchio alla fine degli anni 2000. Secondo le ultime notizia che circolano sul web, la nuova creazione si posizionerà probabilmente a metà strada tra le due adottando un motore a sei cilindri, forse il blocco V6 turbo da 2,9 litri che dà vita alle versioni più performanti delle già citate Giulia e Stelvio, con una potenza di circa 600 cavalli.

L’amministratore delegato Jean-Philippe Imparato ha suggerito che una presentazione ufficiale avrà luogo nel marzo 2023, con una produzione ridotta e un prezzo molto elevato. E questo fa capire in sostanza l’esclusività del modello che sta per nascere. Da altre parti si fa accenno a un modello che prenderà ispirazione invece dalla 33 Stradale, leggenda delle competizioni degli Anni ’60 e tra le auto più belle del periodo. E la sua base dovrebbe essere quella della Maserati MC20. Di sicuro c’è solo che sarà probabilmente l’ultimo lancio del marchio con un motore a combustione sotto il cofano, poiché Alfa Romeo prevede di produrre auto puramente elettriche entro la fine di questo decennio. C’è però chi, allettato dall’idea, ha deciso di proporre sul web una ipotetica Alfa Romeo sportiva, che richiama proprio ai modelli citati. Un vero spettacolo per gli occhi e che, per qualcuno, non si discosta troppo dall’auto che nella realtà scopriremo tra qualche mese.