F1, occasione d’oro per i tifosi: all’asta una vettura a basso prezzo (FOTO)

Avere una vettura di F1 da custodire nel proprio garage non è roba che si vede tutti i giorni, ma per qualcuno ora sarà possibile.

La F1 è il massimo campionato mondiale per auto da corsa, ed è normale che si quello che maggiormente attira i tifosi. Dietro a questa categoria c’è un livello tecnico incredibile, e per riuscire ad emergere, sul fronte della progettazione dei veicoli, c’è bisogno di capolavori d’ingegneria e di menti geniali, altrimenti si rischia di fare delle brutte figure.

F1 una vettura all'asta a prezzo davvero ridotto (LaPresse)
F1 una vettura all’asta a prezzo davvero ridotto (LaPresse)

Il sogno di qualsiasi tifoso è ovviamente quello di possedere una monoposto del Circus, ma solo pochi fortunati riescono ad esaudirlo. La Ferrari è stata la prima a pensare e ad istituire un programma, chiamato “F1 Clienti“, che permette a chi possiede una vettura da competizione di girare in pista, regalando emozioni indescrivibili ai fortunati proprietari.

Al giorno d’oggi, è possibile acquistare questi gioielli presso alcune aste, ma i prezzi sono inavvicinabili e non si scende mai sotto a qualche milione di euro. Tuttavia, oggi vi racconteremo una storia interessante, che farà sognare qualche tifoso che può permettersi l’acquisto di una fantastica Force India, priva però di trasmissione e motore.

Ovviamente, il prezzo è nettamente inferiore rispetto a quelle che possono essere usate in pista, ma si tratta comunque di un cimelio di un certo valore, da custodire gelosamente all’interno del vostro garage o dovunque vogliate. Nelle prossime righe, andremo ad elencarvi tutti i dettagli relativi a questa monoposto.

F1, all’asta la Force India del 2017 di Perez ed Ocon

La Force India ha esordito in F1 nel lontano 2008, con al volante Giancarlo Fisichella ed il quasi esordiente Adrian Sutil. Per la sua prima stagione nel Circus, il team di Vijay Mallya aveva stretto un accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori, ed entrò nella massima serie al posto della Spyker.

Il debutto non fu fortunato e non arrivarono punti iridati, anche a causa di un episodio molto sfortunato che vide protagonista Sutil a Monte-Carlo. Il tedesco riuscì a condurre una fantastica gara sul bagnato piazzandosi al quinto posto, ma a pochi giri dal termine venne colpito in pieno dalla Ferrari di Kimi Raikkonen alla chicane dopo il tunnel. Adrian fu costretto al ritiro, ma nel 2009 le cose cambiarono del tutto.

Fisichella ottenne una splendida pole position a Spa-Francorchamps e chiuse la gara in seconda piazza, con Sutil quarto a Monza. La Force India era passata ai motori Mercedes, e da quel momento in poi divenne una presenza fissa nella zona punti. Diversi podi arrivarono con Sergio Perez tra il 2014 ed il 2016, ma la miglior stagione del team indiano resta sicuramente il 2017.

La vettura, la VJM10, venne dipinta di rosa sin dal primo round di Melbourne per via del nuovo sponsor BWT, e nonostante le scarse possibilità economiche, la Force India chiuse il campionato con un fantastico quarto posto tra i costruttori. I piloti erano Perez ed Esteban Ocon, alla sua prima stagione completa in F1 dopo l’esordio con la Manor dell’anno precedente.

I due giunsero quarti e quinti in Spagna, ma non mancarono le polemiche per alcuni episodi avvenuti nel corso della stagione. Perez ed Ocon erano in lotta per il podio a Baku, ma vennero al contatto a metà gara eliminandosi a vicenda, ed una cosa quasi uguale avvenne anche in Belgio pochi mesi dopo.

Il piazzamento di fine anno fu comunque un’impresa per questa squadra, che chiuse come la prima degli altri dietro a Mercedes, Ferrari e Red Bull, nettamente superiori a tutto il resto. La Force India cambiò poi nome in Racing Point a partire dal 2019, dopo essere stata rilevata da Lawrence Stroll, che oggi l’ha ribattezzata Aston Martin.

La VJM10 resta una vettura che ha fatto la storia, ed un esemplare è finito all’asta, per un prezzo tutto sommato accessibile. La vettura di Ocon e Perez sarà acquistabile per un prezzo compreso tra gli 80 ed i 100 mila euro, ma a tutto c’è una spiegazione. Il prezzo è così basso per via della mancanza della power unit Mercedes e della trasmissione, cosa che la rende un pezzo da museo, impossibile da riportare in pista.

Per chiunque ami questo sport si tratterebbe comunque di un bel cimelio, dal momento che è stata la Force India migliore della storia del team, pur non essendo mai riuscita a portare a casa un podio. Nella foto sottostante, c’è la vettura in pista con Perez al Gran Premio del Messico del 2017, chiuso dal messicano con un bel settimo posto.

F1 Force India VJM10 (ANSA)
F1 Force India VJM10 con Sergio Perez al volante nel 2017 al GP del Messico (ANSA)