Cristiano Ronaldo, visto il suo parco auto? E’ spaventoso

Tra i giocatori più pagati della storia del calcio Cristiano Ronaldo ha potuto comprarsi diversi gioielli a quattro ruote. Scopriamo quali sono.

Di recente le sue quotazioni sono colate a picco. Uno stato di forma non ottimale, lo strappo con la Juventus prima, con il Manchester United poi, il ko rimediato al Mondiale del Qatar e una fama di carattere difficile e poco affabile, hanno reso Cristiano Ronaldo, al momento, sportivamente debole. Ciò che invece per lui continua a funzionare a gonfie vele è il conto in banca. Un conto destinato a diventare ancora più grosso grazie al contratto, secondo il quotidiano Marca da 200 milioni annui, con la squadra dell’Arabia Saudita Al-Nassr.

Cristiano Ronaldo (Ansa Foto)
Il calciatore Cristiano Ronaldo (Ansa Foto)

Certi cachet hanno consentito al portoghese di acquistare vetture da sogno. L’ultima è però un regalo della moglie Georgina Rodriguez. Storia di qualche giorno fa. Per il Natale 2022, la modella argentina gli ha fatto trovare sotto l’albero una Rolls-Royce Dawn da 345mila euro.

Il brand britannico era comunque già presente nel garage del campione.  Il primo esemplare da lui comprato è stato infatti una Cullinan. Il SUV è spinto da un motore V12 biturbo, 6,7 litri da 563 cv, con velocità massima pari a 250 km/h. Il secondo invece, è un Phantom dalle medesime caratteristiche tecniche.

Qual è l’auto più potente posseduta da Cristiano Ronaldo

Spesso i divi del pallone sono attratti dal mondo dei motori e del lusso. Con la Bugatti Chiron CR7 ha fatto un bel colpo. 420 km/h come top speed. Un propulsore W16 da 8,0 litri e una spinta pazzesca da 1500 cv. Il passaggio da 0 a 100 avviene in 2,4 secondi. Roba da intenditori.

Per restare nell’ambito della Casa transalpina, il 37enne nel 2016 spese oltre 2 milioni di euro per fare sua una Veyron Gran Sport Vitesse da 1200 cv. Nelle ultime settimane, invece, avrebbe ricevuo un’esclusiva Centodieci prodotta in appena 10 esemplari, dopo averla ordinata a fine 2021.

Dalla Francia alla Germania, dunque, il passo è breve. Ed infatti l’asso della palla tonda pare amare parecchio i bolidi germanici. Le Porsche in special modo. Sua una 911 Turbo S, il cui motoproulsore biturbo da 3,8 litri eroga sprigiona ben 640 Cv, con uno spunto che può toccare i 330 km/h. Degno di nota pure lo scatto dalla partenza, quando si arriva ai 100 km/h in soli 2,7 secondi. Da annoverare pure la Cayenne Turbo. Un SUV dotato di motore V6 con potenza di 340 cv e una velocità di punta di 285 km/h. Qui, il passaggio da 0 a 100 km/h avviene in 4 secondi.

Per restare nella patria di Michael Schumacher, il calciatore di Funchal ha dato soddisfazione pure alla Mercedes. Da Stoccarda arrivano la sua Gle 63 S. Supercar equipaggiata da un V8 biturbo con una potenza di 603 cv e uno slancio fino a 100 km/h  in soli 3,8 secondi, per una velocità massima di 280 km/h. Una Classe C Sport Coupé. E una Classe G 65 Amg realizzata con Brabus. Spaziosa e grintosa, quest’ultima vettura vanta un prestazionale propuslore V12.

Per chiudere il quadro delle auto teutoniche, come non citare Audi. L’attaccante che ha fatto la sua fortuna tra l’Inghilterra e la Spagna con una breve incursione in Italia, ha comprato un SUV Q7 da più di 230 cv di potenza, con uno spunto fino a 250 km/h per merito dell’unità motrice V6 da 3 litri. Per non farla sentire sola, le ha affiancato una RS6. da ben 600 Cv. La supercar in questione può arrivare fino a 280 km/h in termini di top speed ed è spinta da un V8 da 4 litri. Siccome non c’è due senza tre, CR7 ha unito pure una R8 da 620 cv e 330 km/h di spunto massimo con propulsore ruggente V10.

Una strizzata d’occhio alla F1

Ovviamente nel parco macchine di Cristiano Ronaldo non poteva mancare la Ferrari. L’asso del pallone ne vanta almeno quattro esemplari in garage. Una è la F12 Tdf. Presente sul mercato in sole 799 repliche, ha un motoproplusore V12 per 780 cv. La velocità di punta tocca i 340 km/h. Poi la 599 Gto, con motore V12,  6 litri, una potenza di 670 cv e una top speed di 335 km/h.

La 599 Gtb Fiorano, un mix di confort e potenza data dal propuslore V12 da 620 che consente di raggiungere i 330 km/h. Il premio eleganza va invece alla F430. Qui si toccano i 315 km/h grazia ad un V8 da 490 cv. In tempi recenti, è stato visto anche al volante di un’altra Rossa, la Monza Sp1, un missile pieno di grazia, dotato di un V12 da 6,5 litri e 799 cv. In questo caso lo spunto massimo è di 300 km/h.

L’amore per le vetture italiane del fuoriclasse ormai ex United, non si esaurisce alle belve del Cavallino. Di sua proprietà sono anche alcune Lamborghini e Maserati. Della Casa di Sant’Agata Bolognese, ha acquistato una Urus. Sportiva da 650 cv, consente di andare oltre i 300 km/h. Del brand bolognese, invece, si è garantito una GranCabrio capace di toccare i 290 km/h grazie al suo potente V8.

Molto gettonato tra le stelle del calcio il costruttore inglese Bentley. L’ex Juventus ha avuto numerose Continental GT a sua disposizione. La supercar con propulsore a 12 cilindri, può sviluppare 560 cv per uno spunto che sfiora i 318 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 in appena 4,8 secondi. Tra le ultime bellezze acquisite, la berlina Flying Spur dotata del medesimo W12 della coupé Continental.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Georgina Rodríguez (@georginagio)

E cosa dire della McLaren? Cristiano si è assicurato uno dei pochi esemplari che il brand di Woking, nato e cresciuto nel Circus e solo in un secondo momento lanciatosi sulla produzione, ha dedicato al tre volte iridato e simbolo del team di F1 Ayrton Senna. La vettura, spinta da un V8 biturbo, 4 litri, da 659 cv, può raggiungere i 340 km/h. Con un passaggio da fermi ai 100 km/h in solamente 2,8 secondi.

Per finire questa lunga carrellata di gioielli a quattro ruote, che solo i ricconi possono permettersi, citiamo la Chevrolet Camaro ZL1. Equipaggiata da un V8 sovralimentato da 6,2 litri, sprigiona sull’asfalto 650 cv. Lo spunto massimo della supercar è invece 320 km/h. Un dato pazzesco che la rende la Camaro più veloce mai prodotta dal brand a stelle e strisce.

In questa pausa invernale CR7 è stato protagonista sui rotocalchi anche per un altro motivo oltre al costoso presente ricevuto. Ossia la ricerca di un maggiordomo e cuoco per la sua sontuosa villa che andrà a guadagnare 6000 euro al mese. La caccia al posto è aperta. Il fortunato dovrà comunque firmare una clausola di riservatezza, per evitare la fuoriuscita di notizie relative alla vita tra le mura domestiche del calciatore.