Porsche, una 912E viene lavata dopo 15 anni: ecco cosa accade (VIDEO)

Una Porsche 912E era stata dimenticata dai vecchi proprietari, ma il primo lavaggio in 15 anni cambia tutto. Ecco come è diventata.

Le supercar mantengono il loro fascino anche dopo tanti anni, ed è questo il caso della Porsche di cui vi parleremo oggi. Il marchio di Weissach è uno dei più amati al mondo, per via della bellezza dei suoi modelli ed anche dai risultati ottenuti nelle gare automobilstiche, in cui questa casa ha sempre creduto.

Porsche (ANSA)
Porsche 912E ritrovata dopo 15 anni e lavata per la prima volta (ANSA)

Il futuro del marchio tedesco sembrava poter legarsi a quello della Red Bull per un ritorno in F1 a partire dal 2026, ma tutto è saltato vista l’opposizione dei vertici del team di Milton Keynes. In questo modo, è ovvio che per la casa della Cavallina sarà obbligatorio cercare un’altra squadra a cui legarsi, mentre i cugini dell’Audi hanno già ufficializzato la partnership con la Sauber.

Rivedere la Porsche in F1 è un sogno che tutti cullano da tempo, ricordando i successi arrivati con la McLaren negli anni Ottanta. All’epoca, i tedeschi producevano il motore turbo che dominò la scena dal 1984 ed il 1986, regalando un titolo mondiale a Niki Lauda e gli altri due ad Alain Prost, in una vera e propria epopea che gli appassionati ricordano con gran piacere.

I successi del marchio teutonico sono soprattutto legati alla 24 ore di Le Mans, nella quale sono arrivate ben 19 affermazioni. Le ultime tre risalgono al triennio 2015-2017, con ben tre successi messi in fila grazie alla 919 Hybrid, che si è presa la libertà di demolire Audi e Toyota, facendo lo stesso anche nelle classifiche piloti e costruttori del mondiale endurance.

La casa di Weissach, nel 2023, farà il suo grande rientro nella classe regina dell’endurance con la sua nuova LMDh, la 963 gestita assieme al Team Penske. La vettura ha fatto tantissimi chilometri nei test privati, ed in questi giorni è stata protagonista a Daytona dove ha impressionanto per la regolarità e per l’assenza di guasti tecnici.

La 963 debutterà proprio alla 24 ore di Daytona prevista per fine gennaio, nella quale sfiderà l’Acura, la Cadillac e la BMW in classe GTP. L’esordio nel FIA WEC è atteso invece per metà marzo, quando si correrà la mille miglia di Sebring, dove la sfida sarà ancor più accesa vista la presenza di FerrariToyota, Peugeot e Glickenhaus.

Insomma, il mondo dell’endurance ha davanti a sé una nuova epoca di grande splendore, e per la casa di Weissach non sarà affatto facile pensare di primeggiare. Va detto che il mito di questo costruttore è legato anche e soprattutto alle splendide supercar stradali che ha prodotto, ed oggi vi parleremo di una di queste.

La 911 è la regina di tutte le supersportive della Cavallina, ma la protagonista del nostro racconto è la curiosa 912E, contraddistinta da un motore boxer, la quale era stata abbandonata e lasciata cadere in uno stato di incuria per un lunghissimo periodo di 15 anni. Ecco cosa le è accaduto di recente.

Porsche, ecco il car wash della 912E

La Porsche 912E è un’auto la cui produzione iniziò nel lontano 1976, nel pieno dell’inizio del dominio della casa di Weissach alla 24 ore di Le Mans. Aveva un motore boxer V4 che la spingeva sino ad una velocità massima di quasi 200 km/h, un valore di tutto rispetto considerando che parliamo di quasi mezzo secolo fa.

L’auto era molto stabile per via della presenza della torsion bar sulle sospensioni anteriori, una novità assoluta per le supercar dell’epoca. Per quanto riguarda il modello che è protagonista della nostra storia odierna, c’è da dire che ha rischiato di fare davvero una brutta fine.

Questa Porsche ha infatti vissuto per ben 15 anni in una sorta di stato di abbandono, senza mai essere lavata o mossa da un garage. Per fortuna, come spesso accade, un gruppo di esperti se ne è preso cura, ed in questo caso sono stati i ragazzi del canale YouTube di “WD Detailing“. I nostri amici hanno portato la 912E nella loro officina, iniziando a trattarla come se si parlasse di un paziente in cura in un ospedale. Il lavaggio è partito dalle gomme, per poi passare alla carrozzeria ed anche agli interni.

Il tutto ha ovviamente compreso anche la zona del motore e delle parti meccaniche, che sono state ripulite dalla polvere e dallo sporco in eccesso. Vista la bellezza del lavoro di riparazione e di lavaggio, è giusto lasciarvi a queste immagini, le quali sono molto chiare riguardo alla bravura degli esperti. Siamo sicuri che resterete a bocca aperta di fronte al lor lavoro, che è stato in grado di salvare un gioiello della strada.