Valentino Rossi, che “schiaffo” a Marc Marquez: nessuno se lo aspettava

Valentino Rossi, sebbene si sia ritirato dalla MotoGP, ha rifilato uno schiaffo morale pesantissimo allo storico rivale della Honda.

Tra Valentino Rossi e Marc Marquez i rapporti sono rimasti tesi, nonostante l’addio alle corse del nove volte campione del mondo nel 2021. Due esempi eclatanti hanno fatto emergere tutti gli attriti tenuti nascosti, anche per ragioni ovvie, davanti ai giornalisti. Nel Gran Premio di Valencia della passata stagione tutti i piloti della MotoGP fecero una parata per Rossi, l’unico assente fu il fratello di Marc Marquez. Quest’ultimo, invece, era fermo per infortunio.

Valentino Rossi Marc Marquez (Ansa Foto)
Valentino Rossi Marc Marquez (Ansa Foto)

È logico che la scelta di non voler rendere omaggio ad uno dei grandi campioni di tutti i tempi, nel giorno del suo saluto al motociclismo, sia stata concordata in precedenza dai fratelli catalani. In questa annata, invece, il duello si è spostato ad un livello diverso. Nelle vesti manageriali Valentino Rossi ha sostenuto i suoi due alfieri del team Mooney VR46. Il fratello Marini non ha ancora ottenuto un podio. Bezzecchi, nel GP della Malesia, dopo un duello accesissimo con Marc Marquez, confessò: “Spero che Valentino sia stato contento”. Una frase che fece intendere quanto ancora astio vi sia tra i due vecchi rivali. Quanto accadde nel 2015 a Sepang rimarrà sempre una brutta pagina per entrambi i campioni.

Valentino Rossi sbagliò in un fallo di reazione che gli costò il decimo mondiale. L’atteggiamento avuto in pista da Marquez, in ogni caso, non si era mai visto nella storia della MotoGP. Il Cabroncito fece di tutto per irretire il #46, sino al colpo decisivo. Il nativo di Cervera completò l’opera quasi scortando Jorge Lorenzo a Valencia, nell’ultimo decisivo appuntamento del Mondiale. Anni dopo è emerso, secondo un indiscrezione del maiorchino, che Marquez aveva deciso che Valentino Rossi non avrebbe coronato il sogno di vincere il decimo mondiale, dopo lo sgarro ricevuto in Olanda. Il catalano non digerì la vittoria di Rossi che era già primo in classifica e chiese delle scuse che non arrivarono mai.

In realtà i due non si sono mai sopportati. A far imbestialire, recentemente, Valentino Rossi, è stata una frase dello spagnolo che ha ribadito che rifarebbe tutto da capo, se potesse tornare indietro. Nonostante l’età, a quanto pare, la maturità dell’asso della Honda non sarà mai la sua caratteristica migliore. L’intromissione di Marc Marquez nella lotta al titolo tra i due centauri del team Yamaha ha segnato un campionato bellissimo. Il maiorchino avrebbe avuto la possibilità di vincerlo anche senza faide e aiuti. La stagione 2015 rimarrà sempre macchiata dai sospetti. Tra l’astro nascente Marquez e l’esperto Rossi è scoppiata una antipatia che, probabilmente, non si spegnerà mai.

Valentino Rossi vs Marc Marquez, contesa infinita

Valentino Rossi ha deciso di salutare il Paddock nella passata stagione, non solo per motivi anagrafici. Il feeling con la Yamaha M1 del team satellite Petronas non è mai scattato. Il centauro di Tavullia avrebbe, forse, avuto bisogno di un altro tipo di sostegno nella parte finale di carriera. La Ducati ha iniziato a dominare e, complici gli infortuni, di Marquez i due non si sono più respirati nei piani alti della classifica. Nei suoi ultimi 2 anni di MotoGP Valentino Rossi è salito sul podio una sola volta, nel Gran Premio motociclistico di Andalusia. Marc Marquez ha avuto numerosi problemi fisici. La caduta di Jerez de la Frontera ha segnato la sua carriera. Dopo la prima operazione alla spalla destra sono emersi ulteriori guai alla vista, con il riacutizzarsi della visione doppia che aveva colpito il centauro ai tempi della Moto2.

Marc Marquez, nel 2022, ha colto solo un secondo posto a Philip Island. In inverno potrà concentrarsi sul completo recupero fisico dopo l’ennesima operazione stagionale. Valentino Rossi, invece, ha osservato da vicino i due giovani centauri del suo team in MotoGP. L’ex pilota della Yamaha si è diviso tra il lavoro manageriale e la sfida nel GT a bordo dell’Audi R8 LMS. Il debutto in top class di Bezzecchi è stato eccellente. Il giovane ha ottenuto il riconoscimento di rookie dell’anno, mentre Luca Marini è sembrato in crescita. Il progetto sulle Ducati ha ottenuto un risultato prestigioso con il podio del Bez in Olanda. Ducati, arriva lo sfogo di Claudio Domenicali su Valentino Rossi: fan allibiti.

Per rendersi conto della portata della validità del progetto del Dottore basta dare un occhio alla classifica a squadre. Il Mooney VR46 Racing Team ha preceduto di ben 60 punti lo storico Repsol Honda Team di Marc Marquez. Un risultato sorprendente e che potrebbe avere un peso nel prosieguo della carriera di Marquez. Il centauro catalano sembra già essere arrivato alla stagione della verità. Se non dovesse tornare a lottare per la vittoria nel 2023 potrebbe anche cambiare aria. Ecco le possibili destinazioni. Intanto, il Dottore si è tolto una piccola soddisfazione, riaccendendo l’eterna rivalità.