Russell, l’obiettivo è fissato: la Mercedes va all’attacco di Verstappen

George Russell prenderà il via dalla terza casella nella Sprint Race del GP del Brasile, nonostante un crash nel Q3. Ecco le sue parole.

Le qualifiche del Gran Premio del Brasile sono state forse le più emozionanti di tutta la stagione, con la pole position che è andata, in modo incredibile, ad un fantastico Kevin Magnussen. Per lui e per la Haas si tratta della prima partenza al palo della storia, con il danese che ha battuto la Red Bull di Max Verstappen e la Mercedes di George Russell. Non proprio gli ultimi arrivati.

Russell (LaPresse)
Russell (LaPresse)

Prima del diluvio che ha costretto tutti a rinunciare a girare negli ultimi minuti del Q3, Kevin ha fatto segnare un 1’11”674 con gomma Soft, tenendo dietro il campione del mondo per ben oltre due decimi, e c’è da dire che non ha rubato nulla a nessuno. Il poleman ha girato nello stesso identico momento di tutti gli altri, non traendo vantaggio da una condizione migliore della pista.

Russell, come detto, ha messo a referto il terzo tempo, e può dirsi molto fortunato. Infatti, George ha perso il controllo della sua freccia d’argento nel corso del secondo tentativo, finendo nella ghiaia e causando una bandiera rossa ad otto minuti dal termine della sessione.

L’ex pilota della Williams è stato tradito dalla pioggia in aumento, ma è comunque davanti a Lewis Hamilton che è ottavo e Carlos Sainz, il quale prenderà il via della Sprint Race dalla quinta piazza nel disastro Ferrari. Lontani, invece, Sergio Perez e Charles Leclerc, i quali si divideranno la quinta fila.

Il monegasco ha pagato la solita follia del muretto, che ha ben pensato di farlo uscire con le Intermedie ad inizio Q3, quando tutti erano andati in pista con la Soft nel momento in cui la pista era ancora asciutta. Un errore imperdonabile, che ha scatenato la furia del giovane talento, ormai stanco di questa squadra fatta di incompetenti allo stato puro.

Russell, ecco le sue parole dopo le qualifiche di Interlagos

George Russell avrà una bella occasione in quel di Interlagos per cercare di allungare su Lewis Hamilton e Carlos Sainz, anche se prima della gara c’è anche la Sprint Race da affrontare. Il britannico ha sfruttato una Mercedes in netta crescita per mettersi vicinissimo a Max Verstappen, e va detto che nel suo giro è stato bravissimo a rifilare oltre mezzo secondo al compagno di squadra.

Realisticamente, Super Max sembra essere il grande favorito, visto che Kevin Magnussen non dovrebbe rappresentare un grosso problema in chiave gara. Il danese, comunque, può godersi la sua splendida favola, mentre Mick Schumacher scatterà addirittura ultimo, dicendo, forse, addio alla F1 con questa qualifica.

Russell ha commentato l’esito della qualifica odierna subito dopo essere sceso dalla sua Mercedes: “Se era più bagnato di quanto potevo pensare? Sono contento di essere terzo, Kevin e la Haas hanno fatto un lavoro fantastico, si sono impegnati tantissimo per tutto l’anno e meritano questo risultato. Per quanto ci riguarda, il terzo posto non è esattamente ciò che volevamo, ma è un’ottimo punto di partenza per la Sprint Race“.

Se spero in questo meteo per la gara? Io ho dato tutto, cercherò di andare subito davanti a Max e Kevin, spero che i fan se la godono, ma io sento che noi faremo bene perché con la macchina ho avuto delle sensazioni molto positive. Le condizioni saranno complicate, ma vedremo quello che riusciremo a mettere insieme“.

Comunque vada, ci attendono due gare molto divertenti, su una pista come quella di Interlagos che regala sempre tante emozioni. Esattamente come oggi, il meteo potrebbe causare non pochi problemi, ma la F1 è fatta anche di questo. L’appuntamento è per un sabato sera di spettacolo su un tracciato fantastico, in attesa di incoronare il vincitore.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news