Che fine ha fatto Jody Scheckter? Ecco ciò che ha fatto dopo la F1

La Ferrari ha potuto beneficiare di una lista di grandi campioni nella sua storia, con Jody Scheckter che per tanti anni ha avuto un record.

Per tantissimi anni la Ferrari non è stata in grado di poter vincere il mondiale piloti, con l’avvento di Michael Schumacher che è sembrato essere davvero una manna dal cielo, perché per tantissimo tempo l’unico in grado di ottenere tale risultato fu il sudafricano Jody Scheckter.

Jody Scheckter
LaPresse

Riuscire a vincere il mondiale di Formula 1 è un’impresa che permette a qualsiasi pilota di poter entrare nel mito assoluto.

Sono stati solamente trentaquattro i corridori in grado di poter arrivare a questo eccezionale straordinario traguardo, con uno di questi che è stato il fenomenale di Jody Scheckter, l’unico africano della storia.

Stiamo parlando di uno dei piloti più completi che si siano mai visti, purtroppo troppo poco ricordato, nonostante fosse stato sempre in grado di portare al massimo anche delle automobili non puramente eccezionali.

Ricordiamo infatti come fu davvero fenomenale nel poter arrivare al secondo posto nel 1977 dietro a Niki Lauda con la Ferrari, mentre lui correva con la Wolf, una vettura che era nata giusto quell’anno.

Fu davvero molto positivo anche nel 1974 quando riuscire a lottare fino all’ultima gara per il titolo mondiale a bordo della Tyrrell, ma alla fine a trionfare fu la McLaren di Emerson Fittipaldi.

L’apice per ora raggiunse nel 1979, anno in cui riuscì a vincere con la Ferrari uno storico titolo Mondiale, al termine di una stagione che lo aveva visto grande protagonista assieme alla compagna di squadra Gilles Villeneuve.

I tifosi della Rossa avrebbero preferito probabilmente la vittoria delle canadese, uno di quelli che è sempre stato in grado di poter scrivere pagine leggendarie delle quattro ruote, con il ricordo del suo aiuto verso Scheckter in quel di Monza che ancora oggi è uno dei momenti più iconici della storia Ferrari.

Per ben 21 anni Jory è stato ricordato praticamente anno dopo anno per essere stato l’ultimo pilota del Cavallino Rampante ad aver vinto un titolo Mondiale, dato che dopo di lui si dovette aspettare addirittura l’anno 2000 con il trionfo di Michael Schumacher.

La carriera di Scheckter di fatto si interruppe però nel 1979, dato che l’anno dopo divenne il secondo pilota di Villeneuve ma più volte dichiarò a Ferrari di non essere più intenzionato a rischiare la propria vita per le corse, dunque il definitivo ritiro avvenne già nel 1980.

Da quel momento in poi la sua vita è completamente cambiata, infatti decise di viaggiare verso gli Stati Uniti in modo tale da poter aprire una propria azienda, con il suo obiettivo che era quello di dare vita a dei simulatori per aiutare nella formazione delle forze armate.

Scheckter cambia vita: impresario di armi e di mozzarelle

Dunque non appena concluso la sua carriera da pilota di Formula 1 Jody Scheckter decise di cambiare veramente vita, con il suo passaggio nel mondo dell’imprenditoria e delle armi.

Per molto tempo le cose andarono per il verso giusto, con il suo rapporto con il popolo e i vari governi americani che furono davvero idilliaci.

Nell’ultimo periodo però ho deciso di cambiare ancora una volta la propria vita, infatti lui stesso ha più volte dichiarato che nel corso della propria esistenza ha vissuto tre vite diverse.

Adesso è sempre rimasto all’interno del mondo imprenditoriale, ma decisamente all’interno di un settore completamente diverso rispetto a quello precedente, infatti in questo momento si dedica alla produzione di mozzarelle di bufala negli Stati Uniti.

Non abbiamo assolutamente dubbi nel dire ciò gli amici campani che staranno leggendo questa frase saranno sobbalzati dalla sedia, ma effettivamente sì, anche negli Stati Uniti c’è una grossa produzione di mozzarelle di bufala, con l’80% di esse che viene gestito proprio da Scheckter.

Ovviamente è scontato dire cosa abbia risposto ai vari intervistatori che gli hanno chiesto come fosse la sua mozzarella, con il campione del mondo 1979 che chiaramente ha affermato che fosse la migliore del mondo.

Non possiamo averne la conferma e non vogliamo fare partire assolutamente delle guerre su chi ha la mozzarella di bufala migliore, fatto sta che risulta davvero molto difficile credere che la migliore variante possa essere realmente realizzata negli Stati Uniti.

Jody Scheckter comunque ha saputo davvero reinventarsi una volta terminata la sua carriera da pilota, il che sicuramente è un bene per tutti i tifosi della Ferrari che hanno gioito con lui.

Chissà dunque che in occasione della prossima vittoria del Mondiale della Ferrari non possa essere festeggiato il tutto proprio con delle splendide mozzarelle di bufala prodotte direttamente da uno dei grandi campioni che hanno permesso al Cavallino Rampante di poter diventare sempre di più iconico leggendario nella storia della Formula 1.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news