Kimi Antonelli, fenomeno italiano: arriverà la chiamata in F1?

Kimi Antonelli vince, anzi domina, il Mondiale di F4 e può già essere considerato come un grande volto per il futuro delle quattro ruote.

Ormai il mondo sta conoscendo in maniera sempre più dettagliata la grande classe e il talento di Kimi Antonelli, uno dei giovanissimi ragazzi che sta crescendo sempre di più, con la possibilità di vedere finalmente un pilota italiano al vertice che ormai sta diventando una quasi totale certezza.

Kimi Antonelli
Instagram

Un ragazzo italiano che come nome fa Kimi, chiara e logica dedica al fenomeno della Ferrari che vinse il Mondiale nel 2007, non poteva che avere alle quattro ruote nel sangue.

Nessuno però poteva immaginare che in così poco tempo potesse diventare anche uno dei grandi punti fermi della Formula 4 infatti questo 2022 per ora è davvero sensazionale per il giovane bolognese.

È giusto ricordare infatti come si tratti solamente di un ragazzo di 16 anni, infatti è nato nel capoluogo emiliano nel 2006, ma dopo aver dimostrato tutto il suo talento nei kart, diventando campione europeo nel 2020, ora sta iniziando sempre di più a far parlare di sé.

Nella giornata di sabato 15 ottobre 2020 il Nurburgring lo ha eletto definitivamente il campione di Formula 4 ADAC, dunque nelle zone tra Germania, Olanda e Belgio con un mondiale già ampiamente dominato e vinto con 6 gare d’anticipo.

Uno degli storici più importanti tracciati della storia e ha dato così l’occasione a tutti gli effetti di poter diventare per l’ennesima volta il migliore di tutti nella sua categoria, con il titolo mondiale di Formula 4 che con tutta probabilità arriverà settimana prossima.

Antonelli ha dimostrato di essere decisamente una spanna sopra gli altri in tutta la stagione di Formula 4 ADAC, infatti nelle prime otto gare ha praticamente cannibalizzato completamente la competizione, vincendo addirittura sette delle otto gare, lasciando spazio ai colleghi solamente nella terza prova di Spa con un quarto posto.

Al Nurburgring non è stato mai in grado però di vincere nessuna delle tre gare, infatti si è dovuto accontentare di due secondi posti e di un quarto, ma nonostante questo bastano e avanzano i suoi 253 punti per essere già campione del mondo mancano ancora tre gare all’appello, ovvero le tre che si disputeranno a Lausitz e le tre del Nurburgring ma nonostante questo è già campione.

Di sicuro il bordo della sua Prema Racing sta ottenendo dei risultati a dir poco eccezionali, basti vedere anche il suo andamento nel mondiale ufficiale.

Dopo un inizio tragico in quel di Imola, con dei piazzamenti sempre ben lontano dalla vittoria, tra la quarta gara di Misano e la tredicesima del Red Bull Ring in Austria è stato in grado di vincere la bellezza di ben 9 gare su 10 e con l’altra ha chiuso al secondo posto nella terza prova di Misano.

Kimi Antonelli e il futuro in Mercedes: quando debutterà?

Quando si riesce a entrare nel mondo della Mercedes quando si ha solamente 15 anni vuol dire che il talento è davvero di quelli cristallini.

La casa tedesca infatti gli ha fatto firmare un contratto solamente a 15 anni, dunque già nello scorso anno e lo ha messo nelle condizioni di poter crescere a tal punto da poter diventare un pilota di Formula 1.

Sarebbe davvero un sogno per il giovane ragazzo bolognese che dunque è nato assolutamente con le figlie delle predestinato, con la pressione che continua a crescere giorno dopo giorno.

Non ci sono assolutamente dubbi che la Mercedes nel prossimo anno cercherà di farlo salire di categoria, soprattutto appena blinderà definitivamente anche il Mondiale di Formula 4, con la Formula 3 che dunque sarà un altro splendido test.

Non è però nemmeno da escludere il doppio salto di categoria, ovvero il passaggio in Formula 2, considerando infatti come le sue prestazioni siano assolutamente davvero e proprio campione.

Dispiace veramente tanto che la Ferrari non sia riuscita ad anticipare la concorrenza e che dunque sarà la Mercedes a godersi i suoi grandi trionfi, anche se la concorrenza di sicuro non mancherà.

Sicuramente è molto prematuro pensare ad Antonelli in Formula 1, ma la Mercedes è già stata in grado di lanciare George Russell, uno di quelli che sicuramente farà la storia futura della categoria regina e poi c’è quel Nyck De Vries che sgomita per sostituire Lewis Hamilton.

L’olandese però chiaramente risulta essere un’incognita, dato che debutterà solamente l’anno prossimo in Formula 1, ma per onor del vero bisogna dire che chiaramente anche Antonelli non può di certo essere considerato già pronto per la categoria regina.

Per la prima volta però dopo tanti anni c’è la sensazione che un pilota italiano non solo possa essere un buon elemento di contorno all’interno della Formula 1, come lo furono a suo tempo Giancarlo Fisichella, Jarno Trulli e Antonio Giovinazzi, ma qui c’è la speranza davvero di poter tornare al vertice.

Le ultime due volte che un pilota italiano riuscì almeno a concludere al secondo posto il Mondiale dobbiamo tornare al 1992 con la Williams di Riccardo Patrese e nel 1985 con la Ferrari di Michele Alboreto, mentre l’ultima vittoria risale addirittura al 1953 con Alberto Ascari.

Kimi Antonelli
Instagram

Insomma Kimi Antonelli ha tutte le possibilità per poter diventare una grande pilota e far sognare una nazione intera, ma intanto si gode i tanti elogi per un Mondiale F4 Adac davvero dominato.