Ducati, la Panigale V4R 2023 è una vera belva: che spettacolo (VIDEO)

Sui social la Ducati ha presentato la nuova Panigale V4R, che darà l’assalto al Mondiale 2023 2023 in Superbike. Ed è bellissima.

E’ un periodo davvero d’oro per la Ducati. Non solo le vendite volano come non mai, tanto da essere il marchio più a posto con i conti di tutto il panorama internazionale, ma anche i risultati sportivi finalmente stanno arrivando. Il Superbike, dopo diverse stagioni in cui si sono ingoiati bocconi amari, sta arrivando la meritata soddisfazione con Alvaro Bautista, che sta facendo mangiare la polvere a Kawasaki e Yamaha. In MotoGP poi, dopo il Mondiale 2007 di Casey Stoner, solo delusioni. Ma oggi è Pecco Bagnaia ad aver riportato la casa di Borgo Panigale in altro nel Mondiale, con un titolo che sembra davvero alla portata, dopo che la casa italiana ha già centrato per la seconda volta consecutiva quello costruttori.

Il logo Ducati sulla Panigale (foto ufficiale)
Il logo Ducati sulla Panigale (foto ufficiale)

Sull’aspetto sportivo la Ducati spinge davvero tanto, anche perché la tecnologia che sta sviluppando in questi ambiti serve tantissimo per le moto che finiscono in produzione. E poi i trionfi stimolano ovviamente la voglia della casa emiliana a fare ancora meglio. Proprio in Superbike sta ottenendo i successi che merita e per questo non vuole mollare. Anzi, è pronta a farsi ancora più “cattiva”. Infatti negli ultimi giorni è stata presentata la nuova belva rossa, la Panigale V4R, l’ipersportiva di produzione più estrema di Ducati. E sarà quella che darà l’assalto al Mondiale 2023 delle derivate di serie.

Una Ducati Panigale V4R che fa davvero paura

Il modello 2023 della Rossa è davvero affascinante, un concentrato di aerodinamica e potenza incredibile, come nella storia del marchio. Protagonista ovviamente il motore Desmosedici Stradale R 90° V4 da 998 cc, che raggiunge il regime massimo di 16.500 giri/min in sesta marcia (500 giri/min in meno nelle altre marce) e sviluppa la potenza massima di 218 CV a 15.500 giri/min in configurazione Euro5.

A ben vedere le prestazioni sono leggermente ridotte rispetto al predecessore Euro4 a causa della maggiore limitazione dovuta all’impianto di scarico Euro5, ma per andare più forte ecco che arriva in soccorso lo scarico racing, che permette di raggiungere i 237 CV, ovvero 3 in più rispetto alla passata generazione. Ma non è tutto. Infatti a dare più prestazione a questa Ducati Panigale V4R ci pensa che il nuovo olio Shell, che consente una riduzione dell’attrito meccanico del 10% e porta ad un aumento della potenza massima di ulteriori 3,5 CV. Si arriva così alla cifra incredibile di 240 CV, una vera e propria Superbike da strada.

Le “chicche” per andare ancora più forte

Ma si sa, sono anche i dettagli che fanno la differenza. E questa Panigale ne ha tantissimi. A partire dalle bielle in titanio forate longitudinalmente che consentono una migliore lubrificazione dell’asse e quindi l’affidabilità in condizioni estreme. I pistoni poi hanno un rivestimento con trattamento superficiale DLC, come in MotoGP e Formula 1, e che viene applicato per la prima volta su un motore stradale.

Tra le altre cose che sono da sottolineare anche la modifica dei rapporti del cambio, con l’allungamento della prima (+11,6%), della seconda (+5,6%) e della sesta marcia (+1,8%). Il salto più piccolo tra la prima e la seconda marcia consente al Quick Shift di funzionare in modo più efficiente. E poi anche l’elettronica, con l’evoluzione dei Power Mode, il nuovo display Track Evo sul cruscotto, le mappe motore con calibrazione dedicata per ogni marcia proprio come in Superbike, il sistema Ride By Wire ancora più affinato, per non parlare poi dell’Engine Brake Control EVO 2, la nuova strategia di cambio rapido e il controllo della ventola di raffreddamento aggiornato.

Poi, se qualcuno vorrà guidare questa Ducati Panigale V4 R solo in pista è stato sviluppato il software specifico Performance DTC EVO 3 per pneumatici slick-rain. E’ un accessorio infatti che rende la moto non omologata per la circolazione stradale, quindi occhio se lo volete comprare. Tante novità poi per quanto riguarda forcellone e serbatoio, oltre all’aerodinamica evoluta. Il tutto ovviamente porta questa moto ad essere un vero gioiello, e il prezzo lo dimostra: 43.990 euro per la versione standard, 51.525 euro con il kit racing.

ddd