Verstappen, commento durissimo contro la Red Bull: Max è furibondo

Max Verstappen dovrà partire dall’ottava posizione a Singapore, dopo aver abortito ben due giri veloci. Ecco le sue parole.

Quella di Singapore è stata forse la qualifica più rocambolesca della stagione, con la Ferrari che si gode l’ennesima pole position di Charles Leclerc, che ha staccato un 1’49”412 con gomma Soft. Il secondo posto è della prima Red Bull, che però è quella di Sergio Perez staccata di soli 22 millesimi. Il grande favorito viste le condizioni meteo era Max Verstappen, che scatterà soltanto dall’ottava posizione.

Verstappen (LaPresse)
Verstappen (LaPresse)

Il campione del mondo aveva la pole position a portata di mano, ma nel finale è accaduto qualcosa di impensabile. Il figlio di Jos stava facendo segnare la miglior prestazione ad un paio di minuti dalla fine, ma ha deciso di alzare il piede per ricaricare al meglio la batteria e puntare tutto sul tentativo finale.

Nonostante dei parziali leggermente più lenti del giro precedente, Verstappen stava comunque girando un secondo più forte rispetto a Leclerc, ma a due curve dalla fine gli è stato comunicato di rientrare ai box senza concludere l’attacco al tempo. La reazione del campione del mondo è stata ricca di “bip”, dal momento che era letteralmente furioso per quanto gli era stato comunicato dal suo muretto.

La pista di Singapore non è certo la migliore per puntare alla vittoria quando si parte dall’ottava posizione, ma non ci dimentichiamo che in Ungheria ha già vinto scattando decimo, mentre a Spa-Francorchamps era addirittura quattordicesimo. Ricordiamo che l’iridato domani avrà l’opportunità di vincere il suo secondo titolo mondiale, anche se l’esito delle qualifiche sembra rendere molto difficile questo scenario.

Davanti a Super Max scatterà anche Lewis Hamilton, terzo con la Mercedes a soli 54 millesimi da Leclerc, ma comunque davanti a Carlos Sainz per circa un decimo. Gran qualifica del vecchio leone, vale a dire Fernando Alonso, quinto con l’Alpine dopo che Esteban Ocon era stato addirittura eliminato nella prima sessione di qualifica.

Sesto tempo per la McLaren di Lando Norris, che anche oggi ha umiliato Daniel Ricciardo, solo diciassettesimo proprio davanti al francese. Settimo Pierre Gasly con un’ottima AlphaTauri, mentre la top ten è stata completata dalla Haas di Kevin Magnussen e da Yuki Tsunoda.

La gara è comunque tutt’altro che compromessa per il campione del mondo, dal momento che il ritmo gara della Red Bull è sempre stato il punto forte dell’olandese e della RB18, che in qualifica ha qualcosa in meno della Ferrari. Super Max darà tutto, nella consapevolezza che oggi ha comunque perso una grande occasione.

Verstappen, ecco il suo commento dopo le qualifiche

Un risultato davvero imprevedibile quello che ha costretto Max Verstappen ad abbandonare il circuito di Singapore dopo le qualifiche con un mesto ottavo posto. La reazione via radio del campione del mondo in carica non le ha mandate a dire al suo muretto per la chiamata ai box, con i tecnici che gli hanno chiaramente detto di parlarne dopo le prove e di non lasciarsi andare a commenti troppo esagerati.

La Red Bull è sempre stata la macchina migliore in condizione di scarsa aderenza, per cui è davvero sorprendente vedere Charles Leclerc e la Ferrari in pole position anche da queste parti. Per la Rossa è un’occasione da non buttare via, perché non vincere neanche a Singapore pur partendo davanti e con l’olandese così arretrato sarebbe davvero un disastro.

Verstappen ha commentato quanto accaduto nelle qualifiche ai microfoni di “SKY Sport F1“: “Perché ho abortito il giro decisivo? Avevamo finito la benzina, se avessi tagliato il traguardo non sarei potuto rientrare ai box, ma sono quelle cose che andrebbero viste prima e non certo nel momento in cui mi sto giocando la pole position. Mi avevano detto di dare tutto nel mio giro finale, io non riesco a vedere il livello di carburante sullo schermo“.

Il figlio di Jos è furioso con la Red Bull, ed ha ribadito anche durante l’intervista tutta la sua rabbia: “Che sensazioni ho? Non è bello e non è accettabile quello che è successo, da entrambe le parti dobbiamo cercare di fare il meglio, quello che abbiamo fatto oggi non è stato sufficiente e non dovrebbe accadere. Se la gara è compromessa? Assolutamente, qui non è Spa-Francorchamps o Monza, credo che sarà una corsa frustrante“.

Super Max ha fatto vedere tutta la differenza caratteriale con Leclerc, che dopo gli errori della Ferrari ha sempre difeso la sua squadra, cosa che l’orange non ha assolutamente fatto quest’oggi. I campioni, del resto, sono così ed è anche bello vedere una reazione del genere, e sicuramente tenterà il tutto per tutto per rimontare.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news