Max Verstappen contrariato: bocciata una novità della MotoGP

Verstappen non è d’accordo con una novità che la MotoGP ha deciso di introdurre per il suo futuro: il campione della F1 la boccia.

La MotoGP non ha lo stesso seguito della Formula 1 e sta cercando di recuperare interesse. Il ritiro di Valentino Rossi e i problemi di Marc Marquez non hanno aiutato.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

Dorna Sports e FIM si stanno adoperando per trovare il modo di attirare più persone verso la classe regina del Motomondiale. Recentemente è stato deciso di introdurre un nuovo format per il weekend di gara dal 2023. Infatti, ci sarà una Sprint Race il sabato pomeriggio.

I vertici della MotoGP si sono ispirati a quanto già avviene sia nel Mondiale Superbike sia in F1. Aggiungendo una corsa nei fine settimana sperano di attrarre maggiore interesse. Questa scelta ha creato non poche discussioni, ci sono piloti e tifosi che si sono detti contrari. Bisognerà attendere il 2023 per capire se la strada intrapresa sarà quella corretta.

Sprint Race in MotoGP: Verstappen dice no

Max Verstappen, interpellato sulla novità Sprint Race in MotoGP, è stato netto nel bocciare la decisione presa: “Non me la godrò, non mi piacciono. Credo che l’emozione della domenica debba essere speciale, è l’unica volta in cui si corre. La domenica è il giorno della gara, è così che sono cresciuto nel mondo delle corse. Le sprint che abbiamo disputato finora non hanno drasticamente i risultati“.

Il pilota della Red Bull è un tradizionalista, pensa che bisognerebbe gareggiare solamente alla domenica. Anche l’introduzione della Sprint Race in F1 non lo ha convinto affatto, ne farebbe volentieri a meno. Non è qualcosa che lo stimola particolarmente.

Il campione in carica della Formula 1 ha messo in evidenza un aspetto negativo della gara sprint nel suo sport: “Più o meno tutti partono con le stesse gomme e finiscono nella medesima posizione, perché si ha paura di fare un incidente e di partire indietro nella gara principale. I punti importanti si assegnano domenica, quindi si cerca di finire senza problemi“.

Proprio per evitare quanto succede in F1, in MotoGP è stato stabilito che la Sprint Race non assegnerà le posizioni per la griglia di partenza della domenica. Saranno sempre le Qualifiche a fissare l’ordine al via. Ciò può indurre i piloti a prendere qualche rischio in più rispetto a ciò che si vede in Formula 1, dove la prudenza è assolutamente necessaria al sabato.

Da ricordare anche che Verstappen e i colleghi affrontano solo un numero limitato (oggi sono tre) di gare sprint, mentre in MotoGP saranno previste in ogni gran premio.