Ricciardo “entra” in Ferrari per amore: la notizia che lo lega all’ex F1

A sorpresa Ricciardo si apre a proposito delle sue questioni sentimentali annunciando il nome dell’ultima fidanzata, figlia di un ex F1.

La voce aveva cominciato a spargersi qualche tempo fa, ma non era mai stata confermata dal diretto interessato. Così almeno fino ad oggi. Daniel Ricciardo si è finalmente sbottonato, confermando la relazione con la bella Heidi Berger, che altro non è che la figlia di Gerhard.

Daniel Ricciardo (Ansa Foto)
Daniel Ricciardo (Ansa Foto)

Protagonista di un 2022 non in linea con le attese, l’australiano ha dunque trovato il modo di distendere i nervi e dimenticare, per quanto sia possibile, di essere stato licenziato dalla McLaren. Proprio lui che era noto per essere un talento. O comunque un ottimo corridore, capace di mettersi in mostra specialmente quando si tratta di manovre di sorpasso.

Come ha commentato lui stesso “l’amore addolcisce tutto”. E così anche qualora dovesse trovarsi costretto a fare un anno sabbatico nel 2023, sappiamo già che avrà altri impegni per colmare il vuoto lasciato dalle corse.

Dall’uscita dalla Red Bull nel 2019 il driver di Perth ha cominciato una lenta ma implacabile discesa agli inferi, mangiandosi quella fama che si era creato in precedenza. Uscito malconcio dall’esperienza in Renault, l’aussie ha avuto vita ancora peggiore una volta passato a Woking. Lì, se si era fatto il pensiero di dettare legge quale colonna portante del team per esperienza, si è trovato intrappolato in una gigantesca delusione.

Il giovane e affamato Land Norris non solo gli ha rubato la scena. Ma non ha neppure fatto nulla per farlo sentire il benvenuto o minimamente a suo agio in squadra. Ricordiamo bene quando sostenne che con lui non avrebbe mai potuto avere un gran rapporto a causa delle differenze anagrafiche e di interessi. Senza dimenticare le critiche sollevate parlando con i media, circa la sua incapacità di adattarsi alla monoposto britannica. O ancora, quando l’equipe ha diffuso la nota ufficiale di separazione, il corridore di Bristol non ha detto nulla per confortare il vicino di box. Anzi, lo ha ulteriormente affossato, sostenendo che sel o strappo era avvenuto era per via della sua inabilità a tirare fuori il positivo dal mezzo a disposizione.

Effettivamente l’unico lampo di luce, Honey Badger lo ha avuto a Monza nel 2021. In quel frangente in molti credettero di averlo recuperato. Ed invece,  fu solo una bella parentesi durata lo spazio di un weekend. Dopo di che, per citare Amy Winehouse è “tornato nel nero”.

Neppure le vetture ad effetto lo hanno aiutato. Ed infatti, dati alla mano, la classifica è chiara e brutale. Se lui occupa il quattordicesimo posto della classifica generale conduttori con 19 punti, il 22enne è settimo con 88. Un distacco notevole, che diventa ancora più pesante se si aggiunge che il #4 almeno una volta sul podio è salito in questa annata travagliata per la squadra.

Ricciardo innamorato: ecco come si è ripreso

Purtroppo per lui questo confronto freddamente numerico ha pesato e non poco sul suo futuro. Motivo per cui, pur avendo in essere un accordo con la premiata ditta Zak Brown – Andreas Seidl fino al 2023, i due dirigenti hanno preferito scaricarlo per investire su Oscar Piastri. Suo connazionale e fresco di una vicenda non proprio esaltante con Alpine, ma forte di un titolo di F2 in tasca.

Alla luce di tali storie, meglio quindi concentrarsi sugli affetti, che magari portano più gioia e tranquillità. Ed infatti, intervenuto al podcast Fitzy & Wippa nelle vesti di vip del Circus, ha confessato di trovarsi un periodo molto positivo per quanto concerne la vita personale.

Interrogato da Ryan Fitzgerald se fosse o meno preso da qualche donna, lui ha risposto in maniera affermativa.

Sono innamorato e sto vivendo una bella fase, di grande equilibrio“, ha svelato aprendo il suo cuore e condividendo un’emozione evidentemente importante. Specialmente in un frangente come quello attuale, in cui a passi svelti si sta avvicinando al tramonto del sogno della carriera.

Cosa n sarà di me l’anno venturo non lo so. L’unica cosa certa è che non ho un contratto. Ma, chi lo sa. Potrei firmare di nuovo“, ha asserito lasciando tutte le porte aperte, alla F1 nella fattispecie.

Il prosieguo del discorso però mette in luce dell’altro. Lui stesso ha confessato che se qualora l’occasione non dovesse presentarsi non sarà un problema. Un discorso tipico di chi ha altro per la testa. O comunque è distratto dal quotidiano e non vede più il lavoro come perno attorno a cui far girare tutto. Lui dopo tutto se lo può permettere. Pur avendo vinto appena una decina di gran premi dal suo debutto nella massima serie dell’automobilismo avvenuto nel 2011, risulta tutt’ora uno dei meglio pagati del lotto.

Sicuramente voglio, correre, essere in griglia e competere. Ma non mi vedo da “o tutto o niente”“, ha spiegato facendo intendere che valuterà le eventuali offerte, soltanto se provenienti da un’equipe in grado di  lottare per le prime piazze. “C’è pur sempre il 2024. Qualcosa che devo tenere presente e vagliare con attenzioni. Ciò significa che potrei stare fermo un campionato e cercare nel frattempo di costruirmi qualcosa per quello successivo“.

Visto l’addio non proprio pacifico avuto con la Losanga, difficilmente lo vedremo in Alpine al fianco di Ocon. Allo stesso modo, proprio nelle ultime ore il responsabile della Haas Gunther Steiner ha espresso perplessità circa le chance di un suo ingaggio, per via della sua forma calante.

Ma torniamo alla nuova fiamma. Con una circonlocuzione il #3 ha svelato il suo segreto, citando il grande amico di Senna, portacolori di Ferrari e McLaren, nonché attore in ben 14 repliche della top class. “Quando ero ragazzino e seguivo lo sport, avevo il cappellino di Gerhard. E’ un dettaglio divertente che ho condiviso anche con lui. Qualche volta viene ancora ad assistere ai GP. Si vede che è sempre interessato alle corse ed è impegnato nel business. E’ fantastico poter parlare con lui, e assorbire un po’ della sua conoscenza. Immergersi in certe esperienza porta saggezza“, ha concluso Ricciardo.

E chissà che avendolo vicino ora, non gli possa dare qualche consiglio utile per l’avvenire. Nella categoria di apice o altrove.