Charles Leclerc svela tutti i suoi segreti: ecco cosa combina a casa

Charles Leclerc è l’uomo di punta in casa Ferrari, ed in questi giorni ha svelato alcune curiosità sulla sua vita. Eccone alcune.

Per Charles Leclerc l’esperienza in Ferrari si sta sicuramente rivelando più complicata di quanto potesse sperare. Il monegasco, da sempre nell’orbita del Cavallino, arrivò in F1 nel 2018 con l’Alfa Romeo Racing, dopo aver dominato la GP3 e la Formula 2, entrambe vinte nell’anno d’esordio.

Leclerc (ANSA)
Leclerc (ANSA)

Cose così le fanno soltanto i campioni, i cosiddetti “predestinati”, coloro che un giorno sono destinati a diventare i più forti di sempre nella massima categoria del motorsport. Purtroppo per lui, Charles è arrivato nella Scuderia modenese in uno dei momenti peggiori della propria gloriosa storia, ed a poco servono le sue dichiarazioni di circostanza nelle quali ripete, allo sfinimento, di essere fiero di guidare per la Ferrari.

La verità è che Leclerc, in questo 2022, è stato davvero messo alle corde da una squadra che gli ha tolto almeno 3-4 vittorie per via di strategie sbagliate, ed un paio per l’esplosione della power unit mentre si trovava saldamente in testa. Probabilmente, se c’è qualcosa che manca in un talento cristallino come quello di Charles, è un minimo di personalità.

Gente come Lewis Hamilton o Max Verstappen non avrebbe mai accettato di buon grado quanto sta accadendo in Ferrari, dove le follie strategiche si ripetono regolarmente, senza che nulla cambi. In Mercedes ed in Red Bull c’è ben altro temperamento, ed a Maranello dovrebbero farsi due domande visto che queste due squadre si spartiscono le vittorie dall’ormai lontano 2010.

Il monegasco, così come Carlos Sainz, ha un contratto che scadrà al termine del 2024, per cui ci sono almeno altre due stagioni complete per puntare al titolo mondiale. C’è però da dire che la vera occasione da sfruttare era questa, visto che la Ferrari parlava ormai da tempo di un progetto vincente e che avrebbe visto l’apertura di un ciclo grazie ai nuovi regolamenti, ma il tutto si è rivelato essere un buco nell’acqua.

Purtroppo, tutto ciò si ripete da quasi 15 anni, ed ormai si è capito che il problema non sono i piloti. Campioni come Fernando Alonso e Sebastian Vettel sono stati rovinati dal Cavallino e dall’incompetenza di chi gestisce questa squadra, partendo da Stefano Domenicali, passando per Maurizio Arrivabene ed arrivando a Mattia Binotto, indiscutibilmente il peggiore dei tre, sia per risultati che per capacità manageriali.

Leclerc, ecco come si prepara alle gare

La Ferrari, dal settembre del 2010 ad oggi, ha portato a casa la miseria di 30 vittorie, una in meno di Max Verstappen, che corre in F1 dal 2015 e che ha iniziato a trionfare con regolarità soltanto dallo scorso anno. Numeri impietosi, che fanno ben capire quante difficoltà dovrà incontrare ancora Charles Leclerc nei prossimi anni.

In questi giorni, il monegasco è stato ospite di Fedez nel programma “Muschio Selvaggio“, dove ha affrontato molto argomenti curiosi legati alla sua carriera. In questo articolo, vi parleremo della sua preparazione alle gare e dei suoi allenamenti, passando anche per l’uomo che lo ha sempre seguito dal punto di vista fisico, vale a dire Andrea Ferrari, che in passato si era occupato anche del compianto Jules Bianchi.

Ecco le parole di Leclerc: “Sono molto appassionato di golf, ma in generale, sia durante la stagione che soprattutto durante l’inverno, facciamo sempre dei lavori molto specifici per prepararci alle gare. Ci apponiamo degli aggeggi sulla testa, lavoriamo, in seguito, con pesi ed elastici, ma in generale preferisco questi ultimi“.

In seguito, Charles ha nominato proprio il suo preparatore atletico: “Con lui lavoro tantissimo, siamo molto amici ed abbiamo passato molto tempo insieme. Ovviamente, proprio per questo motivo, ho condiviso tante cose con lui, ed abbiamo passato momenti molto belli ed anche piuttosto brutti e negativi“.

Tra le curiosità raccontate dal talento di casa Ferrari, ce n’è anche una legata alla dieta. Come Lewis Hamilton, che ne ha fatto uno stile di vita, anche Charles ha provato quella vegana, che su di lui non ha sortito i risultati sperati: “Quando ci ho provato, ho capito subito che non era la scelta giusta per me. Non stavo bene dal punto di vista fisico, l’ho lasciata quasi subito“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il monegasco ha poi rivelato il suo amore per un alimento tipico delle province di Modena e di Reggio-Emilia, vale a dire lo gnocco fritto: “A me piace molto lo gnocco fritto, ma non me mangio molto a causa della dieta. Tutto sommato, devo dire che non mi pesa poi tanto farla“. Charles è dunque lo sportivo per eccellenza, che accetta di buon grado la sana alimentazione, anche se, a volte, qualche sgarro non fa male.