Carlos Sainz e il rapporto con Marc Marquez: svelato un retroscena

Il titolo è ormai sfumato, ma Carlos Sainz vuole chiudere al meglio il campionato di F1 2022: il pilota Ferrari è carico. Parla anche di Marquez.

A Monza aveva probabilmente un ritmo da podio, ma Carlos Sainz con la partenza dalla penultima fila non ha potuto andare oltre il quarto posto finale. La Safety Car uscita negli ultimi giri gli aveva dato la speranza di poter attaccare George Russell, però la gara è finita proprio dietro all SC e dunque non ha potuto fare nulla.

Carlos Sainz e Marc Marquez (ANSA)
Carlos Sainz e Marc Marquez (ANSA)

La Formula 1 nel prossimo weekend sarà nuovamente in pausa, bisognerà attendere quello successivo per rivedere in azione i piloti a Singapore. La pista di Marina Bay potrebbe essere adatta alle caratteristiche della F1-75, che invece in Italia era meno performante della Red Bull pur essendo comunque migliorata rispetto alle due gare precedenti.

La Ferrari spera di tornare a vincere, pur con la consapevolezza che ormai i giochi per i titoli piloti e costruttori sono fatti. Serve dare tutto fino alla fine e nel frattempo prepararsi anche al riscatto nel 2023, quando ci sarà un nuovo assalto alle due corone iridate.

Ferrari F1, Sainz carico per il resto della stagione

Sainz a un evento organizzato dallo sponsor Estrella Galicia ha spiegato come affronterà l’ultima parte del campionato di F1 2022: “Non vedo l’ora di fare le ultime sei gare, su sei circuiti molto differenti e che mi piacciono. In passato sono stato competitivo e di solito è una parte di stagione in cui faccio bene, quindi non vedo l’ora. La mia pista preferita è quella in Giappone, è incredibile e con tifosi spettacolari. Il Brasile mi fa venire bei ricordi e anche Austin è tra i miei preferiti”.

Il pilota spagnolo è molto fiducioso per i prossimi appuntamenti del calendario di Formula 1: “Mi vedo in grado di lottare per le vittorie, questo è certo. Nelle ultime gare abbiamo lottato per pole e vittoria, anche la Red Bull è a un livello incredibile e ci sta rendendo le cose molto difficili. Ma se riusciamo a migliorare un po’ la macchina, il passo e a trovare un po’ di decimi possiamo tornare a vincere”.

A Carlos è stato domandato se sia contento di questa stagione e ha replicato così: “Difficile rispondere. Ho fatto buoni progressi durante l’anno. La mia prima vittoria mi ha reso orgoglioso, ma penso sia stata una stagione complicata soprattutto perché all’inizio abbiamo avuto un po’ di sfortuna e sono rimasto indietro in campionato. Poi sono migliorato, però le cose continuavano a succedere. Ci sono stati molti podi e una vittoria, non posso lamentarmi”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Sainz è stato interpellato anche su Marc Marquez, pilota MotoGP che è rientrato in gara ad Aragon e che da un po’ di tempo ha deciso di vivere a Madrid, dove è nato il ferrarista: “Quando ho saputo che sarebbe venuto a vivere a Madrid, ho cercato di aiutarlo ad adattarsi e sentirsi a suo agio in città. Non ci vivo più, ma ci vado ogni weekend e cerco di vederlo. Ci siamo incontrati a cena alcune volte, gli ho mostrato la palestra dove mi alleno e ci va anche lui. Siamo in contatto e ho cercato di incoraggiarlo il più possibile per questo ritorno. Ha fatto un recupero incredibile per essere ad Aragon. Si deve preparare per il 2023, sarà il suo anno”.