La Lotus presenta tre nuovi gioielli: TMW presente a Milano (FOTO)

Siamo stati ospiti alla presentazione di tre nuove Lotus pronte a sorprendere grazie alle loro tecnologie. Ecco le loro caratteristiche.

La Lotus entra in una nuova dimensione con la presentazione di tre modelli del tutto innovativi, ed ha optato per il Garage Italia Milano per svelare al mondo intero i nuovi gioielli. Tuttomotoriweb.it ha avuto la possibilità di assistere dal vivo all’evento, grazie alla presenza del direttore Antonio Russo, il quale ha anche incontrato Elisa Artioli, la quale ci ha rilasciato una splendida intervista che potrete leggere qui.

Lotus Eletre (Comunicato Stampa)
Lotus Eletre (Comunicato Stampa)

Giovedì 15 settembre è stata presentata alla stampa la vettura più attesa dell’evento, vale a dire la Lotus Eletre, il primo Hyper-Suv della storia della casa britannica. Come potrete vedere dalle immagini postate in basso, il nuovo capolavoro dello storico marchio inglese è stato presentato con al proprio fianco la Emira e la Evija, dalle quali ha ripreso diversi concetti, poi reinterpretati secondo l’anima dei Suv.

Ora affronteremo l’argomento andandovi a svelare tutti i dettagli del nuovo Hyper-Suv di casa Lotus, ma prima ascolteremo le parole di Peter Horbury, Senior Vice President Design Lotus Group, che ha dichiarato entusiasta: “La Eletre rappresenta una rara opportunità creativa nel campo della progettazione di auto ad alte prestazioni: la possibilità di partire da un foglio bianco e sviluppare un veicolo completamente nuovo, che porta il brand in una direzione completamente diversa. C’è stato un rapporto di lavoro molto stretto e grande collaborazione tra gli studi di progettazione Lotus di Warwickshire e Hethel“.

Horbury ha aggiunto: “Il risultato è l’arrivo di un Hyper-Suv ben diverso da quelli presenti sul mercato, il propulsore elettrico ha ispirato un design ‘cab-forward’ che riprende l’iconico layout a motore centrale delle auto sportive Lotus, creando un look e una posizione unici nel segmento dei SUV. L’arrivo della Eletre segna l’inizio di una nuova era di SUV elettrici puri“.

Lotus Eletre, ecco le caratteristiche tecniche del Suv

La regina dell’evento a cui TMW ha avuto l’onore di presenziare è sicuramente la Lotus Eletre, ovvero il primo Hyper-Suv della storia del glorioso marchio inglese, che tanto ha vinto in passato anche nel mondo del motorsport. Si tratta della prima di tre nuove auto elettriche che verranno portate sul mercato dalla casa britannica nei prossimi quattro anni, con l’obiettivo di entrare sempre di più nella dimensione futura.

Lotus Eletre
Lotus Eletre

La sua potenza parte da ben 600 cavalli, e la sua immissione sul mercato è prevista per il 2023, con le prime consegne che partiranno dalla Cina, per poi passare al Regno Unito ed all’Europa. Dobbiamo sottolineare che il prezzo non è di certo accessibile a tutte le tasche. Infatti, stiamo parlando di cifre che, stando alle indiscrezioni, dovrebbe partire dai 120 mila euro, anche se non ci sono ancora conferme ufficiali.

Lotus Eletre 2
Lotus Eletre 2

Tornando alle prestazioni, abbiamo introdotto la potenza che andrà a superare i 600 cavalli, con un’accelerazione che conduce da 0 a 100 km/h in circa 3 secondi. La batteria si attesta sui 100 kWh, con un’autonomia massima di 600 km, o 373 miglia per coloro che abitano in paesi in cui si utilizza questa unità di misura.

Passando alle dimensioni, parliamo di una vettura che ha una larghezza di 2,135 cm, lunga 5103 cm ed alta 1,630 cm. Il passo è pari a 3,019 cm. Il pacchetto aerodinamico è molto avanzato, ed il caricatore da 350 kW permette di ricaricare il vostro gioiello in soli 20 minuti per poter utilizzare poi 400 km di autonomia.

Il discorso peso è stato affrontato grazie al grande utilizzo della fibra di carbonio, che le ha permesso di superare di poco i 1700 kg. La filosofia del design è la cosiddetta “Carved by Air”, ovvero scolpita dall’aria, e qui troviamo un parallelo con la Emira e la Evija, ovvero gli altri due gioiellini che hanno visto ufficialmente la luce nella presentazione di Milano.

L’auto ha una trazione integrale e la tecnologia è al centro di tutto. Infatti, è possibile aprirla ed accendere il motore premendo direttamente un pulsante sul vostro smartphone. Ovviamente, quando si presenta un’auto del genere le case automobilistiche si pongono sempre degli obiettivi importanti da raggiungere.

Quello della Lotus è di vendere circa 100.000 unità all’anno della Eletre, e per i clienti interessati c’è già la possibilità di presentare un anticipo di 2.500 euro. La sede europea, con sede ad Amsterdam, in Olanda, vuole guidare l’espansione di questo marchio nel Vecchio Continente, anche se c’è interesse anche per far crescere la casa britannica in Cina ed in Oriente. Insomma, per questa casa c’è tanta voglia di futuro, e va detto che la Eletre rappresenta un gran passo in avanti, un netto stacco con gli anni passati.

Lotus Emira, ecco tutti i suoi dettagli

La Lotus Emira è una due porte, che punta sul voler diventare un’auto sportiva utilizzabile tutti i giorni. Punta su un V6 sovralimentato e cambio manuale, con velocità massima che arriverà a toccare i 290 km/h ed un’accelerazione che conduce da 0 a 100 km/h in circa 3,6 secondi. La potenza è di 400 cavalli, ma esiste anche una variante con motore Mercedes AMG modificato però dal reparto tecnico della casa britannica.

Lotus Emira
Lotus Emira

Gli interni lasciano senza fiato, vista la presenza dei sedili elettrici e regolabili per soddisfare ogni tipologia di comfort, con rifiniture in pelle e tessuto tecnico. Dunque, si cerca il giusto compromesso tra eleganza e comfort, con volante rifinito in pelle nera, mentre all’esterno sono presenti cerchi in lega da 20″ a 10 razze color argento e specchietti regolabili e ripiegabili.

Lotus Evija, le caratteristiche della prima elettrica

La Lotus Evija è la primissima vettura elettrica prodotta dal costruttore britannico, dalla quale la nuova Electra ha preso davvero molto. Il telaio è una monoscocca in fibra di carbonio, realizzato dalla CPC, ovvero un’azienda italiana che ha a Modena la propria sede centrale.

La vettura è spinta da un pacco batterie agli ioni di litio da 70 kWh, e c’è da dire che in questo caso la tecnologia la fa da padrone. Infatti, il “cuore” dell’Evija è stato realizzato assieme al reparto tecnico della Williams di F1, che da sempre collabora a diversi progetti sul fronte dei powertrain elettrici. Sono presenti ben quattro motori full electric.

La potenza complessiva è di ben 1472 kWh, ovvero 1974 cavalli. La velocità massima raggiunge i 320 km/h, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi. In conclusione, possiamo parlare di tre auto davvero brillanti, e non possiamo che ringraziare il marchio Lotus per averci dato la possibilità di presenziare a questo evento.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
Lotus Evija
Lotus Evija