Carburanti, arriva una novità: come la prenderanno gli automobilisti?

Arrivano aggiornamenti riguardo alla questione del caro carburanti. Il Ministro dell’Economia e delle Finanze fa chiarezza.

Per il mondo dell’automotive quello attuale è uno dei periodi più neri della storia. Tra vendite che vanno a ribasso e carburanti che hanno raggiunto i massimi storici negli ultimi mesi, molti automobilisti sono quasi incentivati a non prendere la macchina o a non acquistarne una, ed è così che si sta creando una crisi con pochi precedenti.

Carburanti (Adobe Stock)
Carburanti (Adobe Stock)

Il nuovo è difficilmente reperibile, con tempi di consegna biblici e prezzi che sono saliti alle stelle. Il mercato dell’auto, secondo i dati diffusi lo scorso aprile, ha fatto registrare un terribile -20% rispetto ad aprile 2020, e l’aggravante è ovviamente legata alla pandemia. In quel periodo, il mondo era paralizzato dal lockdown, e nonostante questo si facevano registrare delle vendite di veicoli più alte.

Le cose si stanno facendo dure per il settore, e c’è da dire che anche l’usato non è che stia riscuotendo questo gran successo. In corso c’è una vera e propria sopravvalutazione delle vetture di seconda mano, che hanno conosciuto quasi dei raddoppi sul prezzo rispetto a ciò che avveniva in passato.

A tutto ciò va ovviamente aggiunto il discorso carburanti, con i rincari che hanno seguito la guerra tra Russia ed Ucraina. Per lunghi periodi, diesel e benzina hanno superato i due euro al litro, raggiungendo anche picchi di 2,3 o 2,4 per quello che riguarda il servito. La situazione è molto seria, e per ovviare a queste folli spese, il Governo presieduto da Mario Draghi aveva proceduto al taglio delle accise.

Si tratta di un metodo che ha fatto risparmiare diverse quantità di denaro agli italiani, e che è stato prorogato per già tante volte in questi mesi, sino alla scadenza definitiva del 5 ottobre. Tuttavia, stando alle ultime notizie, qualcosa potrebbe cambiare nei prossimi giorni, visto che è arrivata una novità non poi così indefferente. Ora scopriremo di cosa si tratta con esattezza.

Carburanti, prolungato ancora il taglio delle accise

Per gli automobilisti è arrivata una buona notizia sul fronte dei carburanti, anche se per ora la gioia è limitata. Il Governo ha infatti deciso di procedere per il prolungamento del taglio sulle accise, che inizialmente era previsto per il 5 di ottobre. La data di scadenza è ora fissata per il 17 dello stesso mese, in attesa che vengano prese ulteriori decisioni su una faccenda molto complessa da affrontare.

La notizia è stata annunciata tramite un comunicato stampa, che recita: “Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, ed il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, hanno firmato il Decreto Interministeriale che proroga fino al 17 ottobre le misure che sono già oggi in vigore per la riduzione del costo definitivo dei carburanti. Viene così prorogato fino a tale data il taglio di 30 centesimi per ogni litro relativamente aper benzina, diesel, gpl e metano per autotrazione“.

Si tratta di un qualcosa di sicuramente positivo, ma è chiaro che, prima o poi, la questione andrà affrontata in maniera ancor più importante. Il taglio delle accise non può essere la soluzione per l’eternità, ed ora è in dubbio che possa essere prolungato ulteriormente dopo il 17 ottobre, data su cui inizialmente in pochi avrebbero davvero scommesso.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il mondo sta affrontando un momento molto complesso, con tantissimi aumenti sulle bollette di luce e gas, le grandi tensioni presenti tra Cina e Stati Uniti e la guerra tra Russia ed Ucraina che sembra ben lontana dal conoscere la propria fine. Tutto ciò non poteva non avere effetto sulle nostre vite, e sicuramente ne risentiremo ancora a lungo per quanto riguarda le spese domestiche e non solo. Sul fronte di benzina, diesel e quant’altro si sta cercando di fare il massimo, sperando che le cose riescano a risolvere in breve tempo.