Quartararo, non solo lo scontro con Marquez: svelata un’altra caduta

Quartararo dispiaciuto per il ritiro ad Aragon: il campione MotoGP comunque guarda avanti e spera di riscattarsi.

Gara da dimenticare per Fabio Quartararo ad Aragon. Il campione in carica della MotoGP ha dovuto ritirarsi in seguito a un contatto sfortunato con Marc Marquez dopo sole tre curve del primo giro.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (Ansa Foto)

Il pilota della Honda perso un po’ il controllo della sua RC213V e il francese gli è andato addosso, finendo poi per cadere e per dire addio alla corsa. Per fortuna non ha subito conseguenze fisiche serie: alcune abrasioni e una botta dovute all’impatto della caduta.

Sapeva che sarebbe stata una gara difficile quella al Motorland, però si aspettava comunque di concluderla e di conquistare punti importanti. Adesso Francesco Bagnaia si è portato a -10 in classifica e c’è anche da considerare Aleix Espargarò a -17. La lotta per corona iridata è aperta a ogni risultato con cinque gran premi ancora di disputare.

MotoGP Aragon, Quartararo commenta il ritiro e le sue condizioni

Quartararo al termine del GP di Aragon ha parlato così su quanto successo in gara: “Sono dolorante. È un peccato – ha detto a motorsport.com – perché per la prima volta in tanti anni mi sentivo bene ad Aragon. Cadere dopo la terza curva non è la cosa migliore. Non era la mia giornata. Marc ha preso uno spavento, io avevo una trazione migliore e l’ho toccato“.

Il pilota del team Monster Energy Yamaha vede una sola cosa positiva di questa domenica: “L’unica gioia che porto con me e veder vincere Bastianini“. Enea Bastianini all’ultimo giro ha superato Bagnaia, togliendogli 5 punti preziosi nella corsa al titolo MotoGP.

Da segnalare che Quartararo ha avuto una seconda caduta dopo quella avvenuta in seguito al contatto con Marquez: “Il marshall si è scontrato con un altro scooter – ha detto a Speedweek.com – e sono caduto di nuovo. Per fortuna avevo ancora il casco. Le mie ferite comunque sono provocate dal primo incidente“.

Il rider francese spera di rifarsi nelle prossime gare, a partire da quella di Motegi che si correrà già nel prossimo weekend: “Non vedo l’ora di correre nelle piste in cui non gareggiamo da un po’ di tempo. Quella del Giappone è una delle mie preferite, ma anche quella in Thailandia. Continueremo a spingere forte“.