Red Bull vuole umiliare la Mercedes: sentite cosa hanno in mente

La Red Bull sta passeggiando verso i titoli mondiali, con Christian Horner che si dimostra affamato di successi. Ecco a cosa punta.

Il mondiale di F1 targato 2022 è ormai avviato verso la conclusione. In casa Red Bull c’è soddisfazione per come sono andate le cose, con Max Verstappen pronto a festeggiare il secondo titolo mondiale consecutivo. Il team di Milton Keynes perse l’alloro costruttori lo scorso anno, vinto dalla Mercedes dopo una splendida battaglia durata un anno.

Red Bull RB18 (ANSA)
Red Bull RB18 (ANSA)

In questa stagione invece, la squadra di Christian Horner non si farà sfuggire il titolo riservato alle “marche”, considerando l’enorme vantaggio sulla Ferrari e sul team di Brackley. La RB18 nelle mani di Super Max è diventata una macchina da guerra nel corso del campionato, dopo un inizio molto complicato contraddistinto da problemi tecnici e da una competitività inferiore alla Rossa.

Con il duro lavoro, la Red Bull ha fatto la differenza, come al solito, sugli sviluppi, aggiornando la monoposto strada facendo, sino a farla diventare un vero e proprio siluro. L’alleggerimento della RB18 è stato fondamentale, e c’è da dire che, arrivati a questo punto, viene da pensare che la Ferrari fosse superiore soltanto per via del peso maggiore dei rivali ad inizio campionato.

Man mano, il team di Milton Keynes è riuscito a lavorare meglio sulla propria vettura grazie alla dieta dimagrante, che ha portato i risultati sperati. Ed ora, Verstappen viene da cinque vittorie consecutive, un ruolino di marcia impressionante per colui che è l’uomo del momento, e che visto il talento a disposizione e la forza della squadra potrebbe diventare il punto di riferimento per tanti anni.

Tutto ciò lo sanno bene Horner ed Helmut Marko, con quest’ultimo che ha già affermato la volontà di festeggiare il mondiale a Suzuka, nel GP del Giappone, previsto per il 9 ottobre. Con ogni probabilità, l’olandese chiuderà i conti proprio in occasione dei quella gara, a casa della Honda, cosa che renderebbe davvero grati i motoristi nipponici, all’interno di una festa perfetta che segna l”inizio di una nuova epoca di dominio.

Red Bull, ecco le parole di Christian Horner

Christian Horner è al timone della Red Bull dall’anno del suo ingresso in F1, vale a dire il 2005, quando la squadra creata da Dietritch Mateschitz entrò in sostituzione della Jaguar. Da quel momento in poi, è iniziata una scalata che ha portato ai primi titoli con Sebastian Vettel, per poi tornare al top qualche anno dopo proprio con Max Verstappen.

In un’intervista riportata da “F1-Insider“, Horner ha parlato della stagione attuale e degli ultimi obiettivi rimasti prima della fine del campionato, dimostrandosi uno che non si accontenta mai e che vuole sempre ottenere il massimo, da ogni situazione. Ecco le parole del boss della Red Bull.

Se credo che potremo aprire un ciclo simile a quello della Mercedes? Ovviamente è quello che vogliamo, noi ci proveremo perché come squadra vogliamo sempre stare davanti a tutti e vincere, ma so che sarà molto difficile. La Ferrari è veloce e la Mercedes si sta man mano riprendendo, però noi stiamo lavorando molto bene, la squadra ha raggiunto un alto livello di competitività. Tutto è molto aperto“.

A fargli eco ci ha pensato Helmut Marko, il Super-consulente del team di Milton Keynes: “Max ha vinto sin qui undici gare, ma ne mancano ancora sei. Come sappiamo, il record è di tredici e sarebbe bello se potessimo ottenerne almeno una in più in questo finale di stagione. Ci piacerebbe anche ottenere il primo ed il secondo posto in classifica mondiale piloti, sino ad oggi non ci siamo mai riusciti. Credo che sarebbe una grande soddisfazione per noi”.

Il team di Milton Keynes, insomma, vuole davvero tutto, e la RB18 vista nelle ultime gare potrebbe dare una bella mano ai propri piloti. Tuttavia, Sergio Perez è in grossa difficoltà, ed in Olanda ed a Monza non è neanche salito sul podio, palesando problematiche di adattamento. Per gli anglo-austriaci è fondamentale recuperarlo.