Mercedes EQS SUV: incredibile passo avanti nella mobilità elettrica

Terzo modello con la piattaforma sviluppata da Mercedes per le sue vetture zero emissioni. Tecnologia, sicurezza ed efficienza.

Un ulteriore passo in avanti verso la mobilità a zero emissioni, questo concettualmente il progetto del SUV EQS per Mercedes, con il quale la casa tedesca si avvicina ancora di più agli obiettivi del piano “Ambition 2039”. EQS SUV sarà prodotta interamente con un bilancio di CO2 neutrale, portando in strada soluzioni concrete per una mobilità green, per la salvaguardia intelligente delle risorse e per un’economia circolare responsabile.

Mercedes (AdobeStock)
Mercedes (AdobeStock)

Rispetto alla versione berlina, EQS SUV ha lo stesso passo da 3,2 metri ma aumenta in altezza, come prevedibile, di ben 20 centimetri abbondanti. Le sue misure generose sommate al “purpose design” che la caratterizza vanno a beneficio delle dimensioni interne. La seconda fila di sedili dispone della regolazione elettrica di serie longitudinale, mentre il bagagliaio ha la capacità equivalente alla grandezza di quattro sacche da golf. A richiesta è anche applicabile una terza fila con due sedute singole, oltre che un ampio equipaggiamento per il comfort dei passeggeri.

Mercedes EQS SUV, Aerodinamica ai massimi livelli

Al pari della EQS Berlina, anche la EQS SUV presenta un’efficienza aerodinamica tra le migliori del proprio segmento, ottenuta grazie ad un’ottimizzazione dei flussi nei punti tipici della carrozzeria. Inoltre, tutti i modelli EQS SUV dispongono almeno di una catena cinematica elettrica (eATS) sull’asse posteriore, con le versioni 4Matic a trazione integrale che propongono la stessa eATS anche sull’asse anteriore.

Mercedes EQS SUV
Mercedes EQS SUV

Sempre restando sulle versioni 4Matic, la funzione Torque Shift provvede a ripartire le coppie motrici in modo variabile ed intelligente tra il motore elettrico posteriore e quello anteriore, sfruttando al massimo della sua potenza proprio le eATS. I motori elettrici posti sui due assi sono di tipo sincrono a magneti permanenti. Un struttura tecnica che permette di aumentare non solo la densità della potenza, ma anche del rendimento e della costanza di prestazione.

Tecnologia di guida ai massimi livelli

EQS Berlina è stata la prima Mercedes di serie a prevedere l’attivazione di funzioni dell’auto completamente nuove, attraverso gli aggiornamenti OTA (over the air). In questo senso, EQS SUV aumenta ulteriormente la sua offerta.

Sarà possibile attivare il sistema di assistenza alla manovra con rimorchi, o la realtà aumentata MBUX per la navigazione. L’assetto della vettura presenta un asse anteriore a quattro bracci ed uno posteriore multilink, e di serie le sospensioni pneumatiche Airmatic con regolazione adattiva dell’ammortizzazione ADS+, con il livello della vettura che riesce a sollevarsi di diversi centimetri.

Inoltre, in aggiunta ai consueti programmi di guida ECO, Comfort, Sport ed Individual, opzionabili attraverso il Dynamic Select, le versioni 4MATIC di EQS SUV dispongono anche del programma Offroad che configura la macchina nelle situazioni di fuoristrada. La dotazione di serie comprende infine anche un asse posteriore sterzante con angolo fino a 4,5 gradi, consegnando tanta maneggevolezza sia in città che nei contesti extraurbani.

E sempre in termini di tecnologia di guida a firma Mercedes, di recente è stata avvistata in pista la nuova C63 Hybrid Plug-In. Un vera Belva.

Mercedes EQS SUV, Sicurezza al primo posto

I principi di sicurezza integrale, in particolare quelli in caso di incidente, valgono a prescindere dalla piattaforma e dal modello. Ed allora ecco che anche EQS SUV, come tutti gli altri modelli Mercedes-Benz, dispone di un vano passeggeri indeformabile, speciali zone a deformazione programmata e moderni sistemi di ritenuta.

La EQS SUV è anche il primo modello di Mercedes in grado di riconoscere se i sedili posteriori sono occupati, e se un occupante delle sedute posteriori non ha allacciato la cintura il guidatore ne riceve, immediatamente, notifica.

Un’altra novità interessante e sempre in termini di sicurezza è la memoria antiabbandono, che consiste di fatto in un sistema che avverte qualora venissero dimenticati dei bambini sempre sulle sedute posteriori dell’auto. Nei modelli che verranno commercializzati in Europa, la memoria antiabbandono sarà di serie.

Il supporto della rete di ricarica Mercedes me Charge

Mercedes me Charge è una delle reti di ricarica più estese al mondo, con oltre 700.000 punti di ricarica in CA e CC, di cui 300.000 solo in Europa. Dal 2021 Mercedes è impegnata a compensare con altrettante energia elettrica verde la corrente prelevata dai suoi clienti per ricaricare attraverso le colonnine Mercedes me Charge, un’attività garantita dai Certificati di origine che assicurano che nella rete venga immessa tanta corrente elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili, quanta ne è stata effettivamente prelevata con Mercedes me Charge.

Grazie alla funzione Plug & Charge di Mercedes me Charge, EQS SUV si ricarica comodamente anche dalle colonnine pubbliche, mentre usando la Electric Intelligence per la navigazione è possibile programmare il percorso più comodo e veloce, incluse le pause di ricarica, con il sistema che reagisce in modo dinamico alle code o ad una semplice variazione dello stile di guida, oltre a valutare attraverso l’interfaccia MBUX il livello di carica della batteria e valutare se questo è sufficiente per tornare al punto di partenza senza la necessità o meno di un’ulteriore ricarica.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Grande attenzione alla qualità dell’aria a bordo

Con il sistema Energizing Air Control Plus, Mercedes affronta il tema della qualità dell’aria  e bordo di EQS SUV con la massima attenzione. Il sistema si basa su parametri derivati da Filtrazione, Sensori, Visualizzazione e Trattamento dell’aria, il filtro HEPA trattiene con un altissimo livello di filtrazione le polveri sottili, le micro particelle, il polline e altre sostanze contenute nell’aria esterna in ingresso.