Le reazioni del circus F1 alla morte della Regina: dato scioccante

Il circus della F1 ha deciso di riconoscere un tributo alla Regina Elisabetta II scomparsa ieri pomeriggio all’età di 96 anni.

Vi sono dei personaggi che sono al di sopra di tutto. La Regina d’Inghilterra ha rappresentato un simbolo per il mondo intero. Il Motorsport ha scelto di rendere omaggio, in occasione della tappa di Monza, ad una donna che, nel corso del suo lungo regno, è stata un’istituzione. In pit lane i team e i piloti si uniranno in un cordoglio, rispettando un minuto di silenzio prima dell’inizio delle FP1 del Gran Premio d’Italia, previsto alle ore 14:00.

Regina Elisabetta II F1 (Ansa Foto)
Regina Elisabetta II F1 (Ansa Foto)

Sarà un momento toccante specialmente per i tanti team e piloti inglesi. Nella giornata di ieri sono arrivati una serie di messaggi da pelle d’oca. “La Formula 1 piange la scomparsa di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Per più di sette decenni ha dedicato la sua vita al servizio pubblico con dignità e devozione e ha ispirato tanti in tutto il mondo. La Formula 1 invia le sue più sentite condoglianze alla famiglia reale e al popolo del Regno Unito e del Commonwealth”, ha annunciato il CEO della F1, Stefano Domenicali. In F1 vi sono diversi team britannici, oltre al fatto che Mercedes e Red Bull Racing hanno le sedi principali nel Regno Unito. Probabilmente vi sarà un segno sulle vetture, ad esempio, la McLaren, ha già divulgato l’immagine di Elisabetta II quando ha inaugurato la factory del McLaren Technology Center.

La Regina, inoltre, era anche una grande appassionata di auto. Era solita guidare vetture anche di grossa cilindrata, tra cui le sue amate Range Rover. Qui potete dare una occhiata al valore del parco auto della famiglia reale inglese. Presenti dei gioielli, davvero, speciali. La scomparsa della Regina rappresenta un colpo non solo per il Paesi anglosassoni, ma per il mondo intero. Tantissime le reazioni anche sui canali social. Il team Williams ha postato una immagine di Frank in compagnia della Regina. Nel 1987 Elisabetta II gli conferì il titolo di Commendatore dell’Ordine dell’Imero Britannico e, nel 1999, di cavaliere.

F1, scomparsa Regina Elisabetta: il dato inquietante

Il team di Grove ha aggiunto: Williams Racing si unisce al mondo in lutto per la morte di Sua Maestà la Regina. I nostri pensieri sono per la famiglia reale e il popolo del Regno Unito e del Commonwealth, a cui Sua Maestà la Regina Elisabetta II è stata devota per oltre settant’anni”. Lawrence Stroll, CEO dell’Aston Martin, ha annunciato: “A nome dell’intera famiglia Aston Martin, desidero rendere omaggio a Sua Maestà la Regina. Alla famiglia reale porgiamo le nostre più sentite condoglianze, ci uniamo al mondo in lutto”.

Il nativo di King’s Lynn George Russell ha dichiarato: “Sono molto triste nell’apprendere della morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. La sua devozione verso il nostro Paese e la sua guida gentile sono stati fonte di ispirazione per tante generazioni di persone nel Regno Unito e in tutto il mondo. Io e la mia famiglia inviamo le nostre più sentite condoglianze alla Famiglia Reale e a tutti coloro che hanno ammirato il suo servizio al nostro Paese per sette decenni. Riposa in pace”. Toto Wolff, team principal Mercedes: Siamo profondamente rattristati nell’apprendere della morte di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Inviamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia reale e al popolo del Regno Unito e del Commonwealth”.

Sir Lewis Hamilton ha ricevuto il titolo di baronetto per l’eccezionale servizio prestato al Regno Unito a livello internazionale. Anche la Red Bull Racing si è fatta sentire con il seguente messaggio: “Siamo molto rattristati nell’apprendere della scomparsa di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Tutti in Oracle Red Bull Racing porgono le più sentite condoglianze alla famiglia reale del Regno Unito e al Commonwealth”. La Ferrari ha definito la sovrana una donna rivoluzionaria. Uno dei primi a lanciare il suo pensiero online è stato Alexander Albon. Il driver della Williams ha detto: “Un modello straordinario e una dedizione totale a una vita di servizio pubblico. Grazie e riposa in pace, Sua Maestà la Regina”.

Ad incuriosire è anche un dato. Elisabetta II, novantasei anni, di cui oltre 75 come sovrana del Regno Unito, è deceduta l’8 settembre 2022. La Principessa Diana perì, in un tragico incidente, prima del GP d’Italia nel 1997, il Principe Filippo prima del GP di Imola nel 2021. La Regina, invece, è scomparsa alla vigilia del GP di Monza 2022. Circostanze diverse, ma che lasciano riflettere. La monarca più longeva della storia britannica ha lasciato un segno e la F1 le renderà omaggio come merita.