F1, allarme a casa Verstappen: è positivo al Covid-19

La F1 è di scena a casa di Max Verstappen in questo week-end di Zandvoort, ma le cose iniziano male. Ecco cosa sta accadendo.

Il mondiale di F1 torna subito in azione sul tracciato di Zandvoort, dove vanno in scena le prime prove libere del Gran Premio d’Olanda proprio in queste ore. Siamo a casa di Max Verstappen, che qui ha già trionfato lo scorso anno partendo dalla pole position ed annientando le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Jos e Max Verstappen (ANSA)
Jos e Max Verstappen (ANSA)

Il team di Brackley le provò tutte per arginare l’avanzata della Red Bull dell’idolo locale, approfittando anche dell’assenza di Sergio Perez che venne penalizzato e si ritrovò costretto a scattare dal fondo della griglia. Ci si poteva attendere un qualche errore da Super Max vista la pressione della lotta mondiale contro Hamilton e l’emozione di gareggiare per la prima volta in F1 davanti al suo pubblico, ma non avvenne nulla di tutto questo.

Verstappen fu una macchina da guerra, dominando sin dalle prime libere e mettendo a referto il miglior tempo in qualifica. In gara, la Mercedes provò a far da tappo con Bottas, che però venne sverniciato dall’olandese dopo il primo pit-stop. Si trattò di una prova di forza impressionante, che fece realmente capire agli avversari la pericolosità e la forza di questo pilota, che a fine anno mise le mani sul suo primo titolo mondiale nel clamoroso finale di Abu Dhabi.

Il successo lo ha reso ancor più maturo e devastante di prima, ed in questa stagione il figlio di Jos non ha ancora commesso alcun errore. Supportato da una Red Bull perfetta, che ora ha iniziato a surclassare la Ferrari anche sul fronte delle prestazioni, il campione del mondo viaggia tranquillo verso il bis iridato, ma c’è da dire che il suo week-end di casa non è partito di certo nel modo migliore.

F1, Jos Verstappen è positivo al Covid-19

Non se ne parlava da molto tempo, ma ora anche la F1 si ritrova nuovamente a fare i conti con il Covid-19. Infatti, nelle ultime ore, nel paddock di Zandvoort è arrivata la notizia della positività al virus di Jos Verstappen, il padre ed il mentore di Super Max, che sicuramente avrebbe voluto il genitore al suo fianco per l’appuntamento casalingo.

A rivelare la sua positività è stato proprio l’ex F1, che ne ha discusso al “De Telegraaf“: “Al momento sto molto bene, ma è giusto che io resti a casa perché non voglio mettere a rischio la salute e la sicurezza di mio figlio. Non voglio affatto che si ammali per colpa mia, per cui lo seguirò da casa in questi giorni“.

Jos ha anche parlato delle prestazioni che potrebbero vedersi a Zandvoort, concordando con Super Max sul fatto che la Red Bull potrebbe non confermare lo strapotere visto in Belgio: “Alcune modifiche ai regolamenti preoccupano delle squadre maggiormente rispetto a noi, ma credo che qui in Olanda per noi sarà più difficile. Non mi aspetto di vedere una superiorità simile a quella che si è vista a Spa-Francorchamps“.

Dunque, l’ex pilota di Minardi, Tyrrell, Benetton ed Arrows ha voluto rassicurare tutti sul suo stato di salute, e le ultime parole pronunciate potrebbero dar speranza alla Ferrari sul fronte delle prestazioni. Il Belgio è stato un caso a parte o sarà la costante di questo finale di stagione? Lo scopriremo solo vivendo, come recitava una famosa canzone.

Ciò che è certo è che Verstappen partirà con i favori del pronostico, ma non potrebbe essere altrimenti visto come sono andate le cose la scorsa settimana. Sin dalle prime libere si potrebbero capire i valori in campo, nella speranza di poter assistere ad una battaglia più equilibrata. Su questa pista, il pilota può fare una grossa differenza, anche perché è molto facile commettere errori in qualifica e compromettere tutto il lavoro svolto.