Perez, delusione per la pole mancata: Sainz è però nel mirino

Sergio Perez scatterà accanto a Carlos Sainz nel Gran Premio del Belgio, ma c’è delusione per la pole mancata. Ecco le sue parole.

Le qualifiche del Gran Premio del Belgio si sono concluse nel segno di Max Verstappen, che almeno sulla pista si è preso la pole position con un giro mostruoso, staccando un 1’43”665 con gomma Soft. L’olandese ha rifilato sei decimi alla Ferrari di Carlos Sainz e sette alla Red Bull di Sergio Perez, facendo una differenza mostruosa a parità di macchina.

Perez (ANSA)
Perez (ANSA)

Come ben sappiamo, il campione del mondo ed anche Charles Leclerc partiranno dalle retrovie per via delle diverse penalità ricevute, e dunque sarà Carlitos a scattare al palo davanti allo stesso Checo. Ciò significa che tra i due potremmo vivere una splendida battaglia, con Fernando Alonso terzo con l’Alpine pronto ad inserirsi nella lotta.

Seguiranno le due Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell, che nonostante l’introduzione della nuova direttiva tecnica, la TD39, non hanno mai avuto il passo, e sono state battute anche dalle due Alpine, con Esteban Ocon che verrà a sua volta retrocesso nelle retrovie della griglia di partenza.

In pochi si sarebbero aspettati che il team di Brackley sarebbe andato così in crisi, alla luce anche della pole position ottenuta da Russell in Ungheria e dal doppio podio maturato poi in gara. Sicuramente vivremo una splendida corsa, con Verstappen e Leclerc chiamati ad una difficile rimonta ed i rispettivi compagni di squadra che potranno giocarsi la vittoria, anche se da dietro la rincorsa sarà spietata. Lo show sta per iniziare.

Perez, ecco le sue parole a fine qualifica

Sergio Perez avrà comunque una gran bell’occasione per tornare ad una vittoria che gli manca da Monte-Carlo. Checo non ha mai vinto più di una gara in una stagione, considerando che nel 2020, con la Racing Point, si impose a Sakhir, e lo scorso anno con la Red Bull trionfò a Baku prima di fare tris nel Principato qualche mese fa.

Il messicano ha tutte le carte in regola per farcela, dal momento che la RB18 ha decisamente una marcia in più rispetto alla Ferrari che ha a disposizione Carlos Sainz. Come detto in precedenza, Perez sarebbe stato probabilmente davanti allo spagnolo senza il gioco di scie fatto dalla Rossa, che la Red Bull non ha voluto proporre.

Tuttavia, la grande velocità di punta fornirà una bella mano al sudamericano, che già al primo giro avrà una grande possibilità. Infatti, alla partenza fa seguito tutta la salita dell’Eau Rouge che porta sino a Les Combes, un tratto di circa 25 secondi su cui si procede a gas totalmente spalancato.

Come fatto da Sebastian Vettel nel 2018 ai danni di Lewis Hamilton, Sergio potrà sfruttare alla grande la sua velocità di punta sul Kemmel per cercare di prendersi la prima posizione, nel tentativo di fare il vuoto. Infatti, Max Verstappen ci metterà davvero poco per rimontare nelle prime tornate, visto il ritmo che ha messo in mostra per tutto il week-end.

Al termine delle qualifiche, il messicano non ha nascosto un pizzico di delusione: “Cosa mi aspetto dalla gara? Certamente il secondo posto non è il peggiore su questa pista, se riuscirò a partire bene seguendo Carlos potrò provare ad invertire le posizioni. Sono certo che sarà una grande gara. Tante penalità in griglia? Si è vero, la chiave sarà la partenza, in quel momento potrebbe davvero decidersi il tutto, anche se battere Sainz non sarà facile, ma ci proveremo“.

Parlare di favoriti per una gara con uno schieramento di partenza del genere è davvero difficile. In terza piazza ci sarà infatti l’Alpine di Fernando Alonso, seguita dalle Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell, le quali sono state davvero deludenti. Verstappen avrà la sua bella possibilità di rimonta, mentre è meno accreditato Charles Leclerc che sin qui ha sempre faticato.