Hamilton si lancia in un nuovo sport: guardate cosa ha fatto

Tra gli sportivi più pagati al mondo, Hamilton non ha certo problemi a fare spese folli. Il suo ultimo investimento è da non credere.

Qualche tempo fa voci di corridoio avevano dato Lewis Hamilton pronto ad allungare qualche bigliettone pesante pur di accaparrarsi quote del club di calcio Chelsea, rimasto orfano dello storico proprietario Roman Abramovic, purgato, come tutti i russi, allo scoppio della guerra in Ucraina.

Lewis Hamilton (Ansa Foto)
Lewis Hamilton (Ansa Foto)

Allora, però, più di qualcuno arricciò il naso, vedendoci tra l’altro giusto,  alla luce della fede di sponda Arsenal del sette volte iridato.

La voglia di investire in un progetto a lungo termine non è comunque passata al britannico che, in questi giorni un colpaccio lo ha fatto.

Hamilton si lancia nell’NFL

Sempre di football si parla, ma non europeo, bensì americano. Da sempre molto legato agli States grazie alle origini da parte di padre, l’asso di Stevange ha deciso di ampliare i proprio affari sul territorio acquisendo delle azioni dei Denver Broncos e divenendo, in questa maniera, comproprietario della squadra che milita nella principale lega del Paese.

L’annuncio è stato fatto dallo stesso team a stelle e strisce tramite i propri canali web, mentre nessun dettaglio è stato fornito circa la cifra messa sul tavolo dal #44.

Siamo lieti di accogliere Lewis nel nostro gruppo“, le parole di uno dei patron Rob Walton. “È un campione, sa cosa serve per guidare un’equipe vincente ed è un grande sostenitore dell’uguaglianza anche nel suo sport“.

Con più di cento vittorie è considerato il pilota di maggior successo di sempre in F1″, prosegue il messaggio. “Il suo spirito resiliente e il suo standard di eccellenza saranno una risorsa sia per la proprietà, sia per l’organizzazione“.

Al classico comunicato ufficiale, Ham ha voluto replicare a modo suo sulle piattaforme sociali, inserendo una foto del suo amato cane Roscoe, già equipaggiato del merchandising del club del Colorado. Maglia e sciarpa ben in vista danno il la ai commenti di rito.

Sono entusiasta di entrare a far parte di questa proprietà e della storia della squadra” si legge. “Mi inorgoglisce poter collaborare con un gruppo  di livello mondiale e di essere un esempio del valore di una leadership più diversificata in tutti gli ambiti sportivi“, ha concluso.

Buone nuove sul fronte business e anche su quello pista. Come sappiamo nel weekend appena concluso in Ungheria, il 37enne è salito di nuovo sul podio, recuperando un po’ di terreno nella generale. Pur occupando ancora la sesta piazza, ora conta un punteggio di 146. Il ferrarista Sainz, di una piazza davanti a lui è a 156.