Hamilton, dalla F1 alla Premier League: l’indiscrezione è clamorosa

Dall’Inghilterra giunge una notizia su un investimento che Hamilton potrebbe fare nel mondo del calcio.

Lewis Hamilton ha il grande sogno di diventare il recordman di titoli vinti in Formula 1, gliene manca uno. È focalizzato su questo obiettivo, però ha anche altri interessi al di fuori della pista.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Ansa Foto)

Oltre a essere testimonial di alcuni marchi importanti e a presenziare a eventi glamour, il pilota è molto impegnato in ambito sociale. Lotta contro il razzismo e in generale contro le disuguaglianze e le discriminazioni. In questo senso sta cercando di sensibilizzare la F1 a fare di più.

Un nuovo ambito nel quale il sette volte campione del mondo potrebbe impegnarsi è il calcio. Infatti, dall’Inghilterra arriva un’indiscrezione secondo la quale lui sarebbe pronto a fare un investimento nell’acquisizione del Chelsea. Com’è noto, il club di Premier League è in vendita dato che il magnate russo Roman Abramovich non può più continuare ad esserne il proprietario.

Chelsea, anche Hamilton tra gli investitori?

Ovviamente non sarebbe Hamilton il nuovo proprietario del Chelsea, valutato alcuni miliardi di sterline. Sky UK riferisce che il pilota sarebbe pronto a mettere sul tavolo 10 milioni di sterline per sostenere l’offerta di acquisto guidata da Sir Martin Broughton. L’ex presidente del Liverpool e di British Airways ha messo insieme un consorzio di investitori per comprare i Blues.

Oltre a Hamilton, ci sarebbe anche la famosa tennista Serena Williams tra le figure che vogliono investire nell’acquisizione del Chelsea. Pure lei, come il pilota, investirebbe 10 milioni di sterline. Un po’ sorprende la decisione di Lewis, dato che risultava essere simpatizzante dell’Arsenal e dunque di una squadra rivale dei Blues.

Abramovich, obbligato a vendere il club dopo che la Russia ha iniziato la guerra contro l’Ucraina, sta valutando le varie proposte ed entro la fine della stagione si dovrebbe concretizzare la cessione. Broughton, uomo d’affari britannico e attuale vicepresidente di International Airlines Group, è sostenuto anche dall’ex mezzofondista Lord Sebastian Coe. Tra gli investitori pure la famiglia canadese Rogers della Rogers Communications, John Arnold, famiglia Tsai di Taiwan e Alejandro Santo Domingo.

La fonte riferisce che Hamilton vorrebbe tramite il Chelsea promuovere ulteriormente diversità, equità e inclusione. Sia lui che Serena Williams sono attivi da tempo su questi temi e la vetrina calcistica può essere sfruttate anche per questo.

Il consorzio guidato da Sir Broughton viene dato in ottima posizione per riuscire a comprare il club londinese, ma i giochi non sono ancora fatti. Ci sono altri soggetti in lizza che possono avere la meglio.